f Bagheria. Ricordato l'imprenditore Pietro Busetta, ucciso 32 anni fa da Cosa Nostra | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Ricordato l’imprenditore Pietro Busetta, ucciso 32 anni fa da Cosa Nostra

mercoledì 7 dicembre 2016, 14:36   Attualità  

Letture: 3.437

busetta-ricorrenzadi Martino Grasso

E’ stato ricordato oggi Pietro Busetta, ucciso dalla mafia 32 anni fa, in via Roccaforte.
L’appuntamento è stato in via Federico II, davanti l’ex stabilimento che lo stesso Busetta aveva fondato e che da alcuni anni ospita i locali comunali. 
Davanti l’ingresso è posta una targa che ricorda l’imprenditore ucciso da Cosa Nostra solamente per ritorsione poiché cognato di Tommaso Buscetta, con il quale non aveva alcun rapporto.
L’iniziativa è stata promossa dal coordinamento provinciale di “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”.
Presenti anche il sindaco di Bagheria Patizio Cinque, il figlio Giovanni e il nipote Pietro e anche i coniugi Agostino, il cui figlio e la nuora vennero uccisi dalla mafia. Presente anche Adele Cina’  della Cgil, esponenti del Leo club e di alcune scuole bagheresi.
“Pietro Busetta venne ucciso senza nessuna colpa -ha sottolineato il sindaco Patrizio Cinque– è giusto essere qui e ricordar quest’uomo che era una persona onesta”.

pietro-busettaIl figlio Giovanni ha sottolineato che “è questa la Bagheria che mi piace vedere. In questi anni abbiamo portato avanti delle piccole battaglie. Subito dopo che venne ucciso mio padre mi dissero che dovevo andare via da Bagheria, ma io sono contento di non averlo fatto e di essere rimasto”.
“La memoria rappresenta uno dei pilastri su cui si fonda l’azione di Libera- ha detto Giovanni Pagano, coordinatore provinciale dell’associazione Libera- Vogliamo esercitarla ricordando una persona con la sua storia ed i suoi affetti, un imprenditore che credeva nello sviluppo della nostra terra in una cornice di legalità. Le vittime innocenti della violenza mafiosa vanno ricordate tutte e questo patrimonio della comunità di Bagheria va condiviso a partire dalla straordinaria azione educativa che si svolge nelle scuole del territorio”.
Nei prossimi mesi, nel nome di Pietro Busetta verrà articolato un progetto che vedrà coinvolti alcuni istituti scolastici bagheresi di diversi ordini e gradi con l’obiettivo di restituire alla comunità la memoria di una storia spesso poco conosciuta.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.