f La riapertura del museo Guttuso. Vittoria Alliata: "pronti a collaborare" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

La riapertura del museo Guttuso. Vittoria Alliata: “pronti a collaborare”

mercoledì 28 dicembre 2016, 08:22   Cultura  

Letture: 2.726

personalita-villa-cattolicadi Pino Grasso

In occasione della riapertura di villa Cattolica, sede della Pinacoteca comunale, intitolata al maestro Renato Guttuso, uno dei più importanti musei d’arte moderna d’Italia, autentico fiore all’occhiello della città, erano tante le personalità che non sono volute mancare a questo importante appuntamento culturale, i quali hanno ricordato il loro legame alla città.

“Abbiamo assistito più volte alla riapertura di villa Cattolica e speriamo sia quella definitiva. – ha detto Vittoria Alliata – Noi siamo disponibili a collaborare per una offerta turistica del territorio e collaborare con chi vuole promuovere questa immagine positiva della città”.
L’attore Orio Scaduto, attualmente impegnato nelle riprese della fiction “Provaci ancora prof. 7” è molto legato alla città. “A villa Cattolica mi legano ricordi molto forti -ha affermato- mio padre Tanino che è un pittore già da piccolo mi portava a villa Cattolica dove lavorava nella biblioteca comunale. Poi proprio qui facevamo un laboratorio teatrale con i ragazzi delle scuole medie che ha rappresentato un punto di partenza per la mia carriera di attore”.

Tra le personalità istituzionali non sono mancate le attestazioni di favore e gli auspici di collaborazioni per un futuro importante del museo Guttuso come quelli del presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone e del presidente dell’Area Metropolitana Leoluca Orlando. “Tra a Fondazione Federico II e il Museo – ha detto Ardizzone – metteremo in atto una sinergia che partendo da palazzo Reale permetterà di portare i turisti a visitare anche Bagheria e il suo splendido museo”. “Come Città metropolitana Bagheria grazie al Museo – ha aggiunto Orlando – vive un momento esaltante e positivo e rappresenta un modello per tanti altre iniziative che stiamo promuovendo e che riguardano questo straordinario bagherese che è Guttuso che ha messo le ali a questa identità baariota”.
Il legame culturale è stato rimarcato dal rettore dell’Università di Palermo Fabrizio Micari. “Noi abbiamo già una bella collaborazione con Bagheria e il Museo – ha affermato il numero uno dello Steri – ed in particolare tra il Lum che è il braccio operativo del Dams, con cui stiamo realizzando parecchie iniziative, pertanto ci sono tutti i presupposti per continuare la bella collaborazione. Tutte queste iniziative culturali si inquadrano infatti, nel progetto che stiamo portando avanti dove  la presenza dell’Università è centrale”.
Per il figlio adottivo di Guttuso,
Fabio Carapezza Guttuso, sono lontani i tempi in cui a villa Cattolica pascolavano le pecore. “E’ vero, adesso villa Cattolica risponde al desiderio di Renato che sarebbe felice come lo sono io, perché il Museo dialoga con un numero maggiore di artisti più giovani che continuano a farlo rivivere”.
A rendere più accogliente la location la collaborazione del
Rotary Club di Bagheria diretto da Francesco Padovano che ha omaggiato i presenti con un retino di agrumi locali e gli studenti dell’Itet “Luigi Sturzo” guidati dal prof. Mariano Lanza che hanno garantito l’accoglienza.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.