f Il 2016 a Bagheria e dintorni con tutti i fatti di cronaca, politica e cultura | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Il 2016 a Bagheria e dintorni con tutti i fatti di cronaca, politica e cultura

venerdì 30 dicembre 2016, 20:09   Attualità  

Letture: 1.689

2016-foto-generaledi Martino Grasso

Anche quest’anno facciamo il riepilogo dei fatti di cronaca, politica e cultura più importanti che hanno caratterizzato il 2016 a Bagheria e dintorni.
Molti i fatti accaduti in quest’anno e quindi, necessariamente, siamo stati costretti a non inserirli tutti.
Fra i fatti da segnalare ricordiamo le morti di personaggi illustri per Bagheria come Filippo Lo Medico e Natale Tedesco, ma anche la partecipazione sfortunata alla terza olimpiade di Anna Incerti, le polemiche sorte dopo il servizio televisivo delle Iene sull’abusivismo a Bagheria, l’avvio della raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani, la morte di Bernardo Provenzano, fino alla riapertura del museo Guttuso a Villa Cattolica.
Abbiamo deciso di suddividere gli eventi più importanti ricordandoli mese per mese, per facilitarne la lettura.

Gennaio

il 2 gennaio coppia la polemica per l’utilizo dei locali di Villa Aragona Cutò dove si è organizzata una festa di fine anno.  Il partito democratico di Bagheria, preannuncia denunce dopo il veglione di capodanno a villa Cutò.
Il 5 gennaio, la macchina di un geometra comunale, Rino Lisuzzo, viene data alle fiamme, mentre era posteggiata a piazza Indipendenza, vicino agli uffici comunali. L’auto, una Toyota Rav 4, bianca, era stata acquistata negli ultimi mesi, ed è rimasta parzialmente danneggiata da un incendio quasi sicuramente doloso.
Il 16 gennaio scoppia la protesta dei residenti di Aspra per il malfunzionamento del depuratore. Hanno sfidato le cattive condizioni metereologiche per sollevare, ancora una volta, i problemi legati al funzionamento dell’impianto. Lamentano che dal depuratore, ciclicamente, fuoriescono cattivi odori che creano notevoli problemi anche alla salute dei cittadini.

Febbraio
Il 2 febbraio muore all’età di 91 anni, Filippo Lo Medico. Era nato a Bagheria nel 1924.
E’scomparso nella sua casa in via Dante. Lascia 2 figli: Vincenzo e Francesca. Lo Medico ha vissuto la sua vita all’insegna dell’umiltà e del rispetto verso gli altri. Filippo Lo Medico ha gestito, insieme alla famiglia,. alcune sale cinematografiche a Bagheria per oltre 60 anni. Ha donato circa 500 manifesti al museo Guttuso.
7 febbraio viene trasmesso da Italia uno, nel programma le Iene, un servizio televisivo sull’abusivismo edilizio a Bagheria. L’inviato Giulio Golia durante l’intervista al sindaco Patrizio Cinque fa rilevare che anche la sua casa e quella dell’assessore Luca Tripoli sono irregolari.  Il servizio è l’inizio di un lungo dibattito sull’abusivismo a Bagheria e sulle case dei due amministratori. Le Iene tornano alla carica qualche giorno dopo con il sindaco che non rilascia nessuna intervista. Patrizio Cinque si difende dicendo che la pratica in sanatoria è stata presentata. L’assessore Tripoli, invece, rassegnerà le dimissioni dopo qualche giorno. Molti giornali ed emittenti televisive nazionali si occupano del caso.
Il 22 febbraio la Guardia di Finanza di Bagheria ferma 8 persone che alimentavano le giostre di un parco giochi per bambini abusivamente. Le persone fermate fanno parte di un unico nucleo familiare. Per loro sono stati disposti gli arresti  domiciliari.
La truffa è stata scoperta dalla guardia di finanza di Bagheria che ha avviato indagini per quantificare il danno compiuto a carico dell’Enel.
Il 28 febbraio dopo 4 mesi di latitanza è stato arrestato Paolo Liga, pluripregiudicato, 48 anni, ritenuto esponente della famiglia mafiosa di Bagheria e destinatario della misura della custodia cautelare in  carcere nell’ambito dell’operazione Reset 2 della D.D.A. di Palermo.
Liga si era sottratto alla cattura dopo il provvedimento emesso il 2 novembre 2015.

Marzo
Il 5 e 6 marzo ai campionati Studenteschi di Scacchi che si sono svolti a Monreale, gli studenti dell’  Itet “Don Luigi Sturzo” hanno conquistato due primi posti e un terzo posto, conquistando 3 coppe.
Per la categoria allieve femminile hanno conquistato il primo posto, con: Savona Anna Maria, Crisci Miriam, Moscarella Claudia.
Per la categoria juniores femminile, primo posto con: Elisa Coniglio, Alessia Concialdi, Simona Prestifilippo, Anna Maria Fricano.
Infine er la categoria juniores maschile, terzo posto con: Andrea Marchesini, Antonino Cavalluzzi, Luciano Daidone, Salvatore Martorana, Gaetano Mineo. 
Il 22 marzo viene chiusa una casa di riposo per anziani che accoglieva 8 anziani, senza le autorizzazioni previste dalla legge.
Il titolare, un giovane bagherese di 24 anni, viene denunciato. La casa di riposo sorgeva nei pressi della via Papa Giovanni.

Aprile
L’1 aprile
per la Procura di Palermo, nel territorio comunale, ci sono oltre 600 immobili per i quali esistono già sentenze passate in giudicato e che devono diventare di proprietà del Comune o demoliti.
La decisione spetterà al Consiglio comunale. La demolizione scatterà per gli immobili ricadenti in aree non edificabili. Pare che non siano prime case. Il Comune nei giorni scorsi aveva inviato oltre 4474 richieste, ad altrettanti residenti, per portare a termine le pratiche di sanatoria relativa al condono edilizio. Vengono acquisite una decina di case completamente abusive.
Il 13 aprile
muore dopo 12 giorni di agonia, un giovane di 26 anni, Roberto Iannelli, rimasto coinvolto in un in un incidente stradale la sera dell’1 aprile all’incrocio fra la via Dante e via Leoncavallo.
Il giovane muore all’ospedale Civico di Palermo.
Il 18 aprile
arrivano altri due ergastoli per la scomparsa di Andrea Cottone, avvenuta nel novembre del 2002, quando aveva 54 anni. Il Tribunale di Palermo condanna alla massima Ignazio Fontana di Villabate e Giuseppe Comparetto di Ficarazzi. In precedenza erano stati condannati all’ergastolo Michele Rubino di VillabateOnofrio Morreale di Bagheria e Nicola Mandalà di Villabate.
Maggio
Il 17 maggio tragedia nell’ex clinica Le Magnolie, dove un ragazzo di 17 anni, si lancia nel vuoto. Il ragazzo residente a Villabate. Il dramma avviene  nella clinica che sorge lungo la via Consolare, nei pressi dell’istituto tecnico commerciale “Luigi Sturzo”.
Il 25 maggio viene condannato all’ergastolo Francesco La Russa, per il duplice omicidio avvenuto il 18 settembre del 2015. La Russa uccise nella cava Giardinello, a Trabia, Gianluca Grimaldi, 39 anni, direttore tecnico e il bagherese Giovanni Sorci, capo cantiere, di 56 anni. La Russa avrebbe compiuto il duplice omicidio  perchè, a suo dire,  era stato licenziato ingiustamente ed era in gravi difficoltà economiche. Sarebbe questo il movente che avrebbe armato la mano dell’uomo.

Giugno
Il 4 giugno un ragazzo di Bagheria, di 20 anni muore  in un incidente stradale avvenuto in via Regione Siciliana a Palermo.  Il giovane, si chiamava Francesco Barone, abitava con la mamma e il fratello minore  in via Cesare Abba, nella zona della punta Aguglia.
Il 16 giugno scoppiano numerosi incendi a Bagheria e dintorni. Fiamme a nord del lido Olivella a Porticello. Le fiamme danneggiano centinaia di ettari di campagna e si sono propagate a causa del caldo vento di scirocco. Il tetto di una villa chiusa è rimasto danneggiato.
Sul posto sono arrivati alcuni dipendenti del Comune, i carabinieri e gli uomini della capitaneria di porto.  Incendio anche ad Aspra all’interno dell’ex stabilimento Olii Eros.
Il 18 giugno un camionista di Bagheria, Giuseppe Mineo, di 45 anni, muore all’interno del suo Tir mentre si trovava per lavoro nel Veneto.
L’uomo dopo avere fatto una consegna a San Martino Buonalbergo in provincia di Verona si è sentito male, ha accostato il mezzo sul quale viaggiava ed ha perso i sensi.

Luglio
L’1 luglio
la seconda sezione del Tribunale di Palermo condanna a 9 anni di reclusione Diego Lo Paro, ex dipendente del Coinres. Secondo la Procura, la gestione di alcuni affari del Coinres, l’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti a Bagheria e in altri Comuni del comprensorio palermitano, non erano del tutto legali. Lo Paro, che lavorava al consorzio per la raccolta dei rifiuti a Bagheria avrebbe preteso dalle ditte che avevano rapporti con il Coinres il pagamento di somme di denaro. Pene inferiori a un anno sono state inflitte ad Antonino Adamo, Pasqualino Barone, Antonino Caputo, Carmelo Guida, Antonino Nocera, Giovan Battista Sardina, Giuseppe Urso, Giovanni Schimmenti, Domenica Pedone, Giacinto Tutino, accusati di truffa. Un anno e sei mesi (pena sospesa) per Pasquale Di Salvo e Filippo Lombardo.
Il 13 luglio
muore ad 83 anni uno dei criminali italiani più conosciuti al mondo, per il suo potere e la sua crudeltà: Bernardo Provenzano. Era malato da tempo, indicato come il capo di Cosa nostra, venne arrestato dopo una latitanza di 43 anni l’11 aprile del 2006 in una masseria di Corleone, a poca distanza dall’abitazione dei suoi familiari.
Il capomafia era detenuto al regime di 41 bis nell’ospedale San Paolo di Milano.
Il 13 luglio
si verifica un incidente mortale lungo la strada statale 113, nei pressi dell’officina di soccorso stradale Sparacio, a pochi metri dallo svincolo per Bagheria. A perdere la vita un uomo di 69 anni, Angelo Bonadonna, residente a Villabate. L’uomo, pescatore, viaggiava a di una motoape e stava raggiungendo il mercato ittico di Porticello, quando si è scontrato con una smart, guidata da una ragazza di 24 anni, residente ad Aspra, R.T. barista. La ragazza risulta positiva  all’alcool test e viene arrestata. Sarà condannata a 3 anni e 6 mesi.
Il 21 luglio una crisi respiratoria provoca la morte di un bambino di 6 anni, Luca. Il suo giovane cuore si è fermato malgrado i tentativi di rianimalo. Luca muore in una casa del centro storico, alle spalle della chiesa Madre. La famiglia presenta delle denunce.
Il 24 luglio muore dopo una lunga malattia, Angelo Gargano, direttore responsabile del sito di informazione on line Bagherianews. Gargano aveva 69 anni. Era stato a lungo ricoverato in ospedale.

Agosto
Il 4-5-6-7-8 Agosto si svolge la rituale festa in onore di San Giuseppe, patrono di Bagheria. Si organizzano eventi ludici alternati con quelli religiosi fra cui la sfilata dei carretti siciliani e la processione del simulacro.
Il 9 agosto un giovane di 19 anni,  incappa in un brutto incidente:  mentre stava cercando di scavalcare un’inferriata. Un pezzo di ferro gli si è conficcato dentro la gamba destra ed è stato necessario l’intervento dei pompieri.
Il 14 agosto la bagherese Anna Incerti partecipa alla sua terza Olimpiade.  A Rio De Janeiro erano molte le aspettative per la bagherese che a pochi chilometri dall’arrivo è costretta a ritirarsi per un malanno fisico.
Il 15 agosto viene scoperto un incendio appiccato da alcuni vandali, all’interno dell’ex scuola Gramsci a Bagheria, abbandonata da anni. Sono stati i residenti a rendersi conto di quanto stava accadendo e hanno avvertito i carabinieri. Sul posto è intervenuta anche una squadra dei vigili del fuoco per domare le fiamme.
Il 27 agosto vengono licenziati  i 109 dipendenti delle aziende confiscate del gruppo Aiello, Ati group, Emar e Ediltecna. La decisione arriva dalla direzione provinciale per il lavoro di Palermo. Era stata rinviata nella speranza di trovare una soluzione. Ma non c’è stato nulla da fare.
Il 29 agosto muore nella notte Nicola Sciortino, 44 anni, bagherese, molto conosciuto in città. Lavorava presso l’Asl di Bagheria. Amava la fotografia e la vita. Era una persona solare e allegra. Amico di tanta gente. Commozione ai funerali che si volgono alla chiesa Sant’Antonio.
Il 29 agosto prnede il via il servizio di raccolta differenziata “porta a porta” dei rifiuti solidi urbani su tutto il territorio. Bagheria viene divisa in zone. Molte le difficoltà nei primi periodi. Dopo 2 mesi il sindaco patrizio Cinque annuncia che si è raggiunto la percentuale del 16%. Le cirticità però continuano e non sempre la spazzatura viene raccolta con regolarità. Il Pd lamenta che l’umido viene conferito in discarica con l’indifferenziato.

Settembre
l’1 settembre
avviene dopo 3 anni e mezzo il cambio di guardia al Circomare a Porticello. Il comandante Nicola Silvestri, lascia il suo incarico. Al suo posto subentra il tenente di vascello Giulia Tassone, 33 anni, proveniente da Savona.
Il 28 settembre otto persone vengono denunciate a piede libero per furto di energia elettrica.
Sono stati i carabinieri della compagnia di Bagheria ad avere individuato un intero condominio in via Mario Francese ad Aspra, in cui era stato creato un allaccio abusivo alla rete elettrica.
La denunce sono scattate per 6 donne e 2 uomini.

Ottobre
Il 3 ottobre u
n’anziana bagherese compie 106 anni. Si tratta di Maria Lentini ha festeggiato con i quattro figli, di cui due residenti negli USA che sono arrivati per l’occasione,  nipoti e amici che con piacere si sono ritrovati attorno alla signora Maria.
L’11 ottobre viene confermato l’ergastolo per i fratelli Salvatore e Pietro Scaduto. La corte d’assise di Palermo non ha creduto alla loro versione dei fatti sull’omicidio di Juan Ramon Fernandez Paz e Fernando Pimentel nel 2013. Più convincente per i giudici il collaboratore Giuseppe Carbone che nelle ultime udienze ha spiegato nuovamente la dinamica dell’omicidio.
Il 12 ottobre vengono deferite alcune aziende per la trasformazione del pesce, alla Procura dai carabinieri perché scaricavano gli scarti industriali direttamente nella fognatura. La denuncia scaturisce da alcuni controlli effettuali dai responsabili comunali unitamente ai carabinieri dal Noe, di Bagheria su spurghi e pozzetti di aziende ittiche di Aspra.
Il 17 ottobre il flavese Faustino Giacchetto è stato condannato a 8 anni e 1 mese di reclusione.
Nel processo sul Ciapi di Palermo condannato anche l’ex presidente dell’ente di formazione professionale, Francesco Riggio, a cinque anni e otto mesi, quattro per Stefania Scaduto, segretaria di Giacchetto, e tre anni e mezzo per l’ex dirigente dell’Agenzia regionale per l’impiego, Rino Lo Nigro. Assolti Concetta Argento, moglie di Giacchetto, assistita dall’avvocato Ida Giganti, e l’ex assessore regionale Luigi Gentile, assistito dall’avvocato Giovanni Rizzuti.
Il 20 ottobre il giudice per l’udienza preliminare nell’aula bunker del carcere dellUcciardone a Palermo ha rinviato a giudizio 7 persone accusate di associazione mafiosa, estorsione aggravata e di avere favorito Cosa Nostra.  Ad andare a giudizio saranno: Carmelo Bartolone, Gioacchino Antonio Di Bella, Luigi Di Salvo, Rosario La Mantia, Alessandro Vega e Pietro Giuseppe Flamia. Fra gli imputati ci sarà anche Antonino Lepre, titolare del lido “La capannina” che dovrà rispondere del reato di favoreggiamento visto che ha negato le richieste di pizzo che invece sarebbero state provate.
Il 21 ottobre la giunta di Casteldaccia dichiara il dissesto finanziario. Il sindaco Fabio Spatafora dichiara che non c’era altra strada percorribile. Il consiglio comunale dopo qualche settimana non accoglie la delibera.
Il 13 ottobre muore all’età di 85 anni, il professore Natale Tedesco. Professore emerito di Letteratura italiana all’Università di Palermo, era malato da tempo. Allievo di Salvatore Battaglia, si era dedicato in prevalenza al Novecento. Ha vissuto per anni all’interno di villa Palagonia scrivendo il volume “L’immago espressa” dedicato alla celebre villa, dove si sono svolti i funerali.
Il 26 ottobre Un gruppo di piccoli proprietari agricoli di Bagheria lamenta i continui furti dei prodotti delle loro campagne.  Lo hanno fatto con una denuncia ufficiale inviata al Prefetto di Palermo Antonella De Miro e per conoscenza al sindaco di Bagheria e agli organi di polizia locale.
Il 27 ottobre viene sospeso per motivi disciplinari l’ingegnere Vincenzo Aiello. Prima di lui, era stata sospesa sempre per 4 mesi la dottoressa Laura Picciuro, entrambi per inadempienze. Il tribunale di Termini Imerese, dopo qualche settimana, accoglie l’istanza e i due tornano in servizio.

Novembre
Il 5 novembre muore travolto da un treno un ragazzino di appena 16 anni. Si chiamava Giuseppe Davide Polizzi, era residente a Ficarazzi, Era figlio di un militare. Aveva dimenticato di scendere a Ficarazzi e appena sceso a Bagheria aveva deciso di ritornare indietro attraverso le rotaie. Ma viene travolto da un treno in corsa.
Il 21 novembre finisce agli arresti domiciliari Vincenzo Salvatore Sucato,  consulente per la Sicilia di una società leader in Europa nel campo della produzione di energia rinnovabile e assessore ai lavori pubblici del comune di Santa Flavia.L’accusa è di corruzione.
Il 23 novembre arriva la notizia del pentimento di Pasquale Di Salvo, considerato uomo d’onore di Bagheria. Di salvo era stato arrestato nel dicembre dello corso anno nell’operazione Panta Rei.
Il 24 novembre si celebra la prima unione civile al Comune di Bagheria. L’unione avviene fra Leonardo e Gustavo, entrambi residenti a Roma.  A celebrare l’unione, come previsto dalla nuova legge, è il consigliere comunale Marco Maggiore.
Il 28 novembre Altavilla Milicia elegge il nuovo sindaco. E’ l’avvocato Pino Virga, 48 anni, della lista civica “Io Amo Altavilla”.  Virga ha avuto una netta affermazione (circa il 65 % ma non ufficiale), battendo il lista civica Giuseppe Arrigo, direttore dell’Ufficio postale“Altavilla libera e trasparente” e Antonio Barricelli, pensionato, presentatosi con la lista “Sicilia futura”.
Non molto alta l’affluenza alle urne, solo il 51,39 % ha vitato. Su 7658 hanno votato 3936 persone.

Dicembre
L’1 dicembre un uomo di 56 anni, Nicolò Storniolo, precipita dal primo piano della sua abitazione a Porticello a seguito di un incendio divampato in cucina.
L’uomo morirà qualche giorno dopo, all’Ospedale Civico di Palermo,  per le ferite riportate.
Anche a Bagheria, per il referendum costituzionale, trionfa il No, con una percentuale schiacciante.
I No hanno avuto il 74,60%, i Si il 25,40%. A Bagheria si è votato in 55 sezioni.
Su 44.686 bagheresi che avevano diritto al voto (23.276 donne  e 21.410 uomini) si sono recati a votare per il referendum 24.179  con una percentuale del 54,11%.
Il 6 dicembre, gli agenti del commissariato di polizia di Bagheria hanno denunciato per la violazione della legge sulla segretezza della espressione del voto, un 68enne bagherese.
Un bambino di 11 anni è morto all’Ospedale Civico di Palermo, pare per un infarto.
Il 14 dicembre, un bambino di 14 anni, Ivan D. A. muore all’ospedale Civico di Palermo. Ivan frequentava la prima C alla scuola media Ciro Scianna dove la notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno.
Il 26 dicembre riapre, dopo una chiusura di un anno e mezzo, il museo Guttuso a villa Cattolica. Per l’occasione arrivano io regista Peppuccio Tornatore, l’attore e regista Pif e l’attore Francesco Scianna, oltre a personalità politiche e sociali della città. Gli organizzatori stimano in 6 mila il numero delle persone che prendono parte all’evento.  Il museo ospita 1500 opere di 250 artisti.

 

 

 

 

 

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.