f Processo Reset. No alle scarcerazioni. Altri 90 giorni per le motivazioni | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Processo Reset. No alle scarcerazioni. Altri 90 giorni per le motivazioni

martedì 13 dicembre 2016, 11:42   Cronaca  

Letture: 4.251

reset2Si allontana la possibilità che 16 presunti mafiosi, condannati in primo grado nell’ambito dell’operazione Reset, arrestati nel giugno 2014, possano tornare in libertà. Il Tribunale di Palermo ha dato altri 90 giorni di proroga per la deposizione delle motiazioni. 
Il mancato deposito non è un dettaglio, ma un passo fondamentale. Senza questo passaggio, infatti, possono tornare in libertà uomini vicini alle cosche di Bagheria, Villabate, Ficarazzi, Altavilla Milicia e Casteldaccia.
Ma come detto sono stati prorogati di altri 90 giorni i termini di presentazione.
La condanna avvenne in primo grado, nel novembre 2015. Il gup Sergio Ziino li ha riconosciuti colpevoli di vari reati, fra cui associazione mafiosa, estorsione e omicidio, ma non ha depositato le ragioni della condanna.
Con l’operazione “Reset” i carabinieri avevano ricostruito le dinamiche in provincia, individuando presunti capimafia e picciotti di Bagheria.
Per ventiquattro imputati la sentenza di primo grado era stata emessa a un’ora dalla scadenza dei termini di custodia cautelare.
Nel primo grado erano stati condananti Michele Modica e Emanuele Cecala, il primo ergastolano, il secondo condannato a 30 anni per l’omicidio di Antonio Canu, ucciso a Caccamo il 28 gennaio del 2005.
Queste le condanne decise nel 2015 e oggi in bilico: Salvatore Buglisi (3 anni e sei mesi), Giovanni Di Salvo (7 anni e 2 mesi), Carlo Guttadauro (5 anni e 4 mesi), Giovanni La Rosa (6 anni), Vincenzo Maccarrone (4 anni e 8 mesi), Fabio Messicati Vitale (3 anni e 6 mesi), Bartolomeo Militello (3 anni e 6 mesi), Carmelo Nasta (3 anni), Francesco Pretesti (6 anni e 10 mesi), Francesco Raspanti (6 anni), Giovan Battista Rizzo (8 anni), Giovanni Salvatore Romano (6 anni e 4 mesi), Francesco Speciale (8 anni e 9 mesi), Francesco Terranova (6 anni e 8 mesi).

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.