f Aspra. E' stato dimesso Giovanni Messina dopo l'incidente del 16 dicembre | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Aspra. E’ stato dimesso Giovanni Messina dopo l’incidente del 16 dicembre

martedì 24 gennaio 2017, 21:59   Attualità  

Letture: 15.778

messina-con-moglieE’ tornato a casa  nella sua Aspra, Giovanni Messina, 51 anni, dopo il terribile incidente stradale che lo ha visto coinvolto  il 16 dicembre dello scorso anno.
Messina, presidente e allenatore dell’Aspra calcio, venne travolto a Casteldaccia, da una macchina, mentre era sceso dalla sua auto. Nel violento impatto subì traumi e fratture e venne ricoverato in Ospedale a Palermo, dove è rimasto per oltre un mese e uscito da alcuni giorni.
Non si è ristabilito completamente, porta i segni dell’incidente anche in viso, ma le dimissioni dall’Ospedale sono un primo importante passo verso la completa riabilitazione.
Al suo fianco ha avuto la moglie Gisella.
“Sono fuori pericolo -dice-  ho le gambe da guarire e un occhio così cosi.
Sto ricevendo cure anche dal punto di vista psicologico per migliorare il periodo post incidente. Ho ancora molta strada da fare”. Dell’incidente ricorda poco.
“Sono stato preso in pieno e  sono volato via. Chi mi ha investito, una persona di Casteldaccia, è venuta a trovarmi in Ospedale. Mi ha detto che quel giorno non si è accorto di me. Era dispiaciuto”.
Giovanni in Ospedale ha ricevuto la visita di numerosi amici che gli si sono stretti attorno.
Il ritorno a casa è una bella notizia per l’intera comunità di Aspra e anche per moltissime persone che lo conoscono a Bagheria e dintorni.
La riabilitazione è ancora lunga ma Giovanni è tornato e tutti si augurano che l’incidente diventi presto solo un brutto ricordo.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.