f Prendono il via i saldi invernali in Sicilia. Dal 5 gennaio nel resto d'Italia | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Prendono il via i saldi invernali in Sicilia. Dal 5 gennaio nel resto d’Italia

lunedì 2 gennaio 2017, 20:24   Attualità  

Letture: 1.100

saldiSono partiti oggi i saldi in tutta la Sicilia, mentre  in tutte le altre regioni sarà il 5 gennaio.
A Palermo, ma anche a Bagheria, e paesi limitrofi, si potranno fare acquisti scontati per parecchio tempo.
Il giorno di chiusura ai saldi, infatti, sarà il 15 marzo.
Nel 2016, secondo la Confcommercio la previsione media della spesa per i saldi invernali ovvero per l’acquisto di calzature, di capi di abbigliamento e di altri accessori era stimata intorno ai 346 euro a famiglia. L’Adoc, invece, comunica che quest’anno la cifra sarà decisamente più bassa  in quanto, molto probabilmente, ogni famiglia spenderà intorno ai 250 euro. Si crede inoltre che un cliente su quattro opterà per gli acquisti online che stanno crescendo di anno in anno.
Per evitare fregature durante i saldi, le associazioni dei consumatori ovvero l’Adoc, la Federconsumatori, l’Adusbef e il Codacons propongono un decalogo per fare buoni affari.
Innanzitutto bisognerà conservare lo scontrino in quanto i capi in svendita possono essere sostituiti. Il negoziante infatti è tenuto a cambiare l’articolo difettoso anche se solitamente dichiara  che ciò non può avvenire. Inoltre, qualora la merce sia difettosa, il termine per denunciare la cosa al venditore non sarà più di otto giorni ma di due mesi dalla scoperta, come enunciato dal D.lgs numero 114/1998.
Bisogna poi fare attenzione alla merce in vendita. Dovrà essere l’avanzo della stagione che sta finendo e non quella tenuta in magazzino secondo quanto dichiarato dall’articolo 15 del D.lgs numero 114/1998. Inoltre le associazioni dei consumatori invitano a diffidare degli sconti superiori al 50% perché essi potrebbero nascondere delle merci non nuove ed inoltre invitano acquistare soprattutto nei negozi di fiducia nei quali si potrà appurare davvero se l’acquisto è conveniente.
Tra i consigli per fare dei buoni acquisti in vista dei saldi invernali 2017, si l’invito è quello di diffidare delle vetrine coperte di manifesti che non consentono di vedere bene la merce e d anche dei marchi molto simili a quelli noti. Inoltre sul cartellino della merce scontata, dovrà comparire sempre il vecchio prezzo, il nuovo e la percentuale i sconto applicata. Inoltre il prezzo dovrà essere chiaro e leggibile come dichiara il Dlg numero 114/98.
Per quanto concerne la prova dei capi, essa non è obbligatoria in quanto sarà il negoziante a decidere se ciò si potrà fare per cui vi consigliamo di guardare bene la taglia. Inoltre, secondo le associazioni dei consumatori, sarebbe opportuno non fermarsi al primo negozio che propone sconti ma confrontare i prezzi con quelli degli altri esercizi commerciali.
Infine si dovrà controllare sempre che sulla vetrine del negozio vi sia l’adesivo della carta di bancomat o carta di credito in quanto il commerciante sarà tenuto ad accettare anche tali forme di pagamento per i saldi.

(notizie tratte da investireoggi.it)

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.