f Rubati 6 cavalli ad Altavilla e Caccamo, del club nautico Solunto | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Rubati 6 cavalli
ad Altavilla e Caccamo,
del club nautico Solunto

venerdì 6 gennaio 2017, 12:20   Cronaca  

Letture: 2.819

cavalli-rubatiSei cavalli sono stati rubati nei giorni scorsi ad Altavilla Milicia e a Caccamo.
Cinque sono stati rubati dal centro in contrada Santo Onofrio ad Altavilla Milicia e un altro in quello di Caccamo.
Tutti gli animali venivano utilizzati dal Centro Nautico Solunto di Santa Flavia, diretto da Roberto Riolo.I cavalli sono stati portati via nelle ore notturne.
Gli animali, di circa 6/7 anni di età, venivano utilizzati per le attività equestri del centro flavese che si occupa di sci nautico ma anche di altre discipline sportive.
Sul furto dei cavalli stanno indagando i carabinieri.
Molto provato per il furto subito, Roberto Riolo, che definisce “animali feroci” chi ha portato via i cavalli.
“Cirasa, Baaria (siciliane baie di cui una con stella in fronte),Taormina (siciliana grigia), Erice, Enna (avellinesi) 5 cavalle da equiturismo nate, allevate e addestrate da me sono scomparse dal pascolo invernale di S. Onofrio Altavilla Milicia, la notte del 3 gennaio. Non contenti ieri notte dal centro sportivo Caccamo hanno rapito Eubea (siciliana baia listata in fronte) una giumenta sdoma.
Le 4 siciliane sono inserite nel progetto per la rifondazione del cavallo siciliano (biomusei viventi), tutte microcippate. Chi può aiutare gliene sarò grato a vita. Tutti gli amici se avete notizie il mio n telefono 328 2499580”.
E’ possibile che gli animali, microcippati, siano stati rubati per finire nei macelli clandestini, visto che non possono essere utilizzati per altri scopi.
Il valore di ogni animale si aggira intorno a 2 mila euro.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.