f Bagheria. Il sindaco denuncia l'ufficio tecnico per avere sanato una villetta sulla costa | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Il sindaco denuncia l’ufficio tecnico per avere sanato una villetta sulla costa

domenica 26 febbraio 2017, 01:21   Attualità  

Letture: 6.767

patrizio-cinqueLa notizia ha fatto in poco tempo il giro del web ed  stata rilanciata da molte testate on line: il sindaco Patrizio Cinque ha denunciato ai carabinieri componenti dell’ufficio tecnico del Comune che hanno dato la concessione in sanatoria a un immobile realizzato entro i 150 metri dalla costa di proprietà della famiglia di Carlo Guttadauro, agli arresti domiciliari per mafia.
Il sindaco ha dato la notizia nel corso della presentazione della candidatura a sindaco di Palermo di Ugo Forello.
“Stavo passeggiando sul lungomare tra Aspra e Mongerbino -ha detto Cinque- e mi sono accorto che c’erano dei lavori di ampliamento in corso in una villetta di proprietà della famiglia di Carlo Guttadauro. Mi sono incuriosito e ho chiesto lumi ai miei uffici. Scoprendo che nel 2013 era arrivata una segnalazione di inizio attività presentata dai figli che hanno rilevato l’immobile ma, cosa ancora più sorprendente, che nel 2012 questo immobile aveva ricevuto la concessione in sanatoria nel 2012 grazie alla sanatoria del governo Berlusconi nel 2003.
Peccato però che questo immobile non poteva avere alcuna sanatoria, visto che si trova in area di inedificabilità assoluta, e per giunta non vi si potrebbero in ogni caso fare lavori”.
Il sindaco ha fatto sapere che è andato dai carabinieri facendo anche i nomi dei vertici allora del settore che ha predisposto gli atti per dare la concessione.
“La verità è che quella casa andrebbe abbattuta, altro che sanata”.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.