f Risarcito con 60 mila euro Francesco Eucaliptus per ingiusta detenzione | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Risarcito con 60 mila euro Francesco Eucaliptus per ingiusta detenzione

mercoledì 8 febbraio 2017, 11:02   Cronaca  

Letture: 7.099

eucaliptus-francescoE’ stato in carcere per 8 mesi e mezzo ingiustamente e la Corte d’Appello gli ha riconosciuto un risarcimento di 60 mila euro. Francesco Eucaliptus, figlio di Nicolò, da anni in carcere e ritenuto personaggio di spicco della famiglia mafiosa di Bagheria è stato arrestato nel 2005 nell’ambito dell’operazione Grande Mandamento.
La notizia è stata pubblicata oggi sul hgiornale di Sicilia con un articolo a firma Riccardo Arena.
La sezione di misure di prevenzione della corte d’appello ha accolto l’istanza di riparazione per ingiusta detenzione presentata dagli avvocati Roberto Tricoli e Luigi Tagliavia.
.Francesco Eucaliptus venne arrestato ma la Cassazione gli accordò la revisione del processo e successivamente cadde la condanna ad un anno e quattro mesi per favoreggiamento.
Dopo l’assoluzione i legali hanno presentato il ricorso che è stato accolto dal collegio presieduto da Antonio Caputo, a latere Dario Gallo e Giovanni Tomaselli.
Secondo la sentenza il giovane ha anche subito un  danno di immagine visto che inizialmente era stato accusato di associane mafiosa.
Nell’operazione Grande Mandamento, nel 2005, vennero arrestate 54 persone ritenute vicine all’allora latitante Bernardo Provenzano.
Anche Francesco Eucaliptus finì in galera.
Il giovane venne condannato a un anno e 4 mesi nei tre gradi di giudizio.
La difesa presentò ricorso e in Cassazione ottenne l’annullamento del provvedimento con il quale era precedentemente condannato.
La sentenza riportò il giovane Eucaliptus ad incensurato.
Dopo l’assoluzione gli avvocati hanno anche presentato richiesta di risarcimento per ingiusta detenzione.
Nei giorni scorsi la richiesta è stata accolta e al giovane è stato riconosciuto un risarcimento di 60 mila euro.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.