f Un giovane chef bagherese alla conquista di piazze internazionali | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Un giovane chef bagherese alla conquista di piazze internazionali

giovedì 2 febbraio 2017, 11:06   Cultura  

Letture: 6.492

mineo-gGiovanni Mineo è uno degli Chef italiani più giovani ed ambiti da magnati russi, arabi e grandi azionisti.
Nato a Palermo 27 anni fa, è entrato nella sua prima cucina ad appena 13 anni e da quel momento in poi passione e voglia di crescere davanti i fornelli sono stati in continua crescita: frequenta alcune delle migliori pasticcerie e gelaterie della sua amata Bagheria e poi ville e ristoranti d’élite tra Italia ed estero, accumulando esperienze uniche che formeranno una base solida della sua cucina.
Spesso si fa l’errore di sottovalutare i giovani e di non investire su di loro, pensando che non abbiano “la testa sulle spalle”.
Mai fare di tutta l’erba un fascio,specialmente se si è di fronte a giovani come Giovanni che, oltre a trascorrere almeno 12 ore quotidiane in cucina, è passato attraverso una dura gavetta fatta di sacrifici e duro lavoro, spesso lontano dalla famiglia, che l’hanno portato, a piccoli passi e con tanta umiltà a lavorare su uno Yacth di lusso bandiera Cayman a Miami, portando alta la cucina italiana in giro per il mondo proprio come i migliori Chef stellati del nostro bel paese.
Quando hai capito che volevi intraprendere questa carriera?
“Senza dubbio da bambino, ero molto timido e introverso, ma nella cucina di mia mamma specialmente durante le feste ero sempre incuriosito dai “grandi” durante la preparazione dei nostri piatti tipici. Adoravo quel clima e sentivo nei profumi di ciò che preparavano un amore unico e speciale.
Con la cucina ho imparato ad esprimermi e ho trovato il modo di ricambiare l’amore e l’affatto alle persone importanti della mia vita.”
Hai 27 anni. E la domanda calza a pennello: Giovanni cosa vuoi fare “da grande”?
“ Questa domanda mi piace.  Penso ogni giorno al futuro e riconosco di essere molto fortunato rispetto a tanti miei coetanei, ho un lavoro che mi spinge di continuo a migliorare e tra 20 anni, mi vedo esattamente come oggi,magari con un ristorante tutto mio, ma pur sempre con la stessa voglia di migliorare e perfezionare.”
La prima cosa che hai fatto, quando ti hanno confermato come chef privato su uno Yacth di lusso a Miami?
“Ho alzato il viso al cielo e ho detto “grazie” Ho preso immediatamente il telefono e ho comunicato la notizia a casa. Non stavo più nella pelle. Avevo già lavorato su altri Yacth in giro per l’Europa,ma l’America era il mio sogno e si stava realizzando!”
Cosa proponi con la tua cucina?
“Nei miei piatti vi è tutta la mia “sicilianita’ ” ma anche la mia esperienza e tutto ciò che ho conosciuto viaggiando…un lavoro di tantissima ricerca. Ciò che amo, è portare in tavola ingredienti particolari,possibilmente bio e di stagione.  Amo che i miei commensali possano scoprire ingredienti nuovi e sani,mi piace confrontarmi con loro,capendo in che modo tutta la mia ricerca possa aver trovato l’approvazione di chi assaggia!”
Ed e’ proprio grazie all’attenzione nella ricerca e all’amore con cui cura i suoi piatti che Giovanni oggi “vive il sogno americano”.
Un sogno pieno di emozione, forza, e carattere, proprio come lui.
                                                                                                                                                  Giovanni Mineo

(foto di Benito Villella)

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.