f Bagheria. Concluso il progetto "Educare alla differenza" alla Carducci | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Concluso
il progetto “Educare alla
differenza” alla Carducci

venerdì 21 aprile 2017, 15:29   Cultura  

Letture: 1.052

 

carducciSi è concluso il progetto “Educare alla differenza-Come contrastare la violenza di genere” nei locali della scuola media Giosuè Carducci, tenuto dagli esperti della Fondazione Gaetano Costa. Il progetto, della durata di 16 ore è iniziato lo scorso 6 febbraio, è stato rivolto a 20 alunni delle classi terze ed è stato finalizzato a promuovere: il superamento degli stereotipi di genere che propongono modelli di rappresentazione delle relazioni tra uomini e donne fortemente asimmetrici; la prevenzione di qualsiasi forma di prevaricazione e di “abuso”; una cultura che tenga conto delle differenze come valore aggiunto alle relazioni tra uomini e donne; • la cultura del rispetto e della non prevaricazione dell’altro.
All’incontro sono intervenuti, per la Fondazione Costa, Gianfranco Amenta, Segretario Generale della Fondazione e gli esperti Rita Affatigato, Francesca Ammirata, Santina Geraci, Francesca Miragliotta. Sono intervenuti inoltre Girolamo Di Giovanni, volontario dell’Associazione Libera, Rosaria Maida, Vice Questore Aggiunto Polizia di Stato, Dirigente della Sezione Minori e Reati Sessuali della Squadra Mobile.
Nel corso dell’evento sono stati anche conferiti dei riconoscimenti ad alcuni studenti della scuola.
Questi i premiati: Antonino Amoroso, Marina Badalamenti, Eugenio Barbaro, Francesco Bruno, Rossella Cirafici, Sofia Chiello, Giulia D’Amico, Annalisa Ficano, Caterina Galeazzo, Mario Imboccari, Antonia Liga, Nunzia Lisuzzo, Claudio Maggiore, Marianna Martorana, Gabriele Pandolfi, Gabriele Provino, Aurora Ranvestel, Nadia Scardina, Mario Sorci e Gabriel Tudor.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.