f Bagheria. E' stata inaugurata la sede dei Coraggiosi. Presente anche Ferrandelli | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. E’ stata inaugurata la sede dei Coraggiosi. Presente anche Ferrandelli

lunedì 3 Aprile 2017, 09:24   Politica  

Letture: 6.200

i-coraggiosiÈ stata inaugurata sabato scorso la sede de “I Coraggiosi” di Bagheria, in piazzetta Cutò.
All’inaugurazione hanno preso parte numerosi bagheresi, che si è svolta alla presenza del fondatore del movimento e candidato sindaco di Palermo Fabrizio Ferrandelli, che ha espresso la propria soddisfazione per un progetto politico ormai radicatosi in ambito provinciale e regionale. Presente anche il candidato sindaco del movimento a Termini Imerese, Pippo Preti, e numerosi rappresentanti politici locali e associazioni.
Maria Saeli oltre a presentare il gruppo bagherese e la nuova sede, ha illustrato il primo degli eventi culturali in programma, ovvero il calendario di incontri dal titolo “Il Coraggio è Donna”, che vedrà la partecipazione, nelle seguenti date, di: Giusy La Piana (giornalista e scrittrice), 27 aprile; Elisa Martorana (artista e fotoreporter), 4 maggio; Lidia Vivoli (sopravvissuta al femminicidio), 18 maggio.
“Ci teniamo a ringraziare i numerosi cittadini bagheresi che hanno partecipato all’iniziativa” – dichiara il gruppo de I Coraggiosi di Bagheria – “quando tanta gente si riunisce in piazza manifestando entusiasmo, voglia di partecipare e senso di comunità, allora ci sono tanti buoni motivi per sperare in un futuro migliore. L’apertura di una nuova sede a Bagheria è sicuramente un’opportunità per valorizzare un quartiere storico e creare un luogo di ascolto aperto a tutti i bagheresi. C’è tanto bisogno di ascolto nel nostro territorio, di soluzioni che non vengano dettate unilateralmente, ma nascano dal confronto, dalle istanze e dalle esigenze dei cittadini. C’è bisogno di una politica che torni ad essere presente nella vita delle persone, e che sia dunque necessariamente coniugata attraverso l’ambito sociale e culturale”.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.