f Bagheria. Un testimone avrebbe visto l'uomo fermato uscire dalla casa della signora Orobello | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Un testimone avrebbe visto l’uomo fermato uscire dalla casa della signora Orobello

mercoledì 26 aprile 2017, 09:05   Cronaca  

Letture: 8.245

carabonieri-via-salvatore-rosaSi chiama Toni Lanza, l’uomo di 35 anni fermato dai carabinieri e interrogato per ore, con l’accusa di aver ucciso Giuseppina Orobello, la donna di 71 anni trovata morta ieri mattina nel suo appartamento in via Salvator Rosa.
Il provvedimento è stato disposto dal sostituto procuratore Paolo Napolitano, che coordina l’indagine sul delitto. Secondo quanto si apprende, l’uomo, che è un vicino di casa della vittima, non avrebbe ammesso il delitto durante il lungo interrogatorio in caserma. I carabinieri non hanno ancora trovato l’arma con cui la vittima è stata colpita a morte. Sarebbe stato determinante a risalire al 35enne un testimone che avrebbe dichiarato di aver visto l’uomo uscire da casa della signora ieri mattina poco prima che la donna venisse trovata senza vita.
Ci sarebbe anche dei graffi sul viso dell’uomo che non sarebbe riuscito a giustificare le tracce di sangue in altre stanze della casa della vittima sui quali sarà eseguito il test del Dna.
Pare che alla base del delitto ci sarebbero rapporti non sereni fra i due. Questo particolare sarebbe stato confermato anche da alcune testimonianza.
L’uomo fermato dai carabinieri non avrebbe confessato e avrebbe continuato a negare tutto fino alla fine. In casa sua i carabinieri hanno sequestrato coltelli e altri oggetti appuntiti sui quali saranno eseguiti esami di laboratorio.
La vittima è stata trovata per terra dalla figlia del suo convivente che ieri mattina era arrivata in casa per una visita.
I carabinieri dopo la telefonata della signora hanno accompagnato in caserma e poi fermato Tony Lanza, che abita con i nonni in un appartamento al pianterreno di via Salvator Rosa al piano di sotto a quello della vittima. Qualcuno ha segnalato ai militari della compagnia di Bagheria che quell’uomo e l’anziana da tempo avevano continui diverbi, forse per questioni di soldi. Pare inoltre che Lanza avrebbe più volte sbrigato commissioni per la signora Orobello tra le quali l’acquisto della spesa. 
Dopo l’omicidio, come riporta Repubblica.it i residenti hanno raccontato di quel vicino descrivendolo come una persona non violenta. «Cammina sempre in compagnia del suo cagnolino e se qualcuno gli rivolge la parola lui abbassa gli occhi intimidito. Non posso credere che sia stato lui», ha dichiarato una vicina della signora Orobello.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.