f Aspra. Due ragazze denunciano una tentata violenza da parte di due uomini al Sarello | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Aspra. Due ragazze denunciano una tentata violenza da parte di due uomini al Sarello

mercoledì 3 maggio 2017, 21:23   Attualità  

Letture: 4.596

aspraDue giovani amiche hanno denunciato una tentata violenza sessuale che sarebbe stata tentata da due uomini nella spiaggia del Sarello.
Le due giovani hanno presentato la denuncia al commissariato di polizia di via La Masa a Bagheria.
Le de ragazze nelle ore pomeridiane si sarebbero recate nella spiaggia per prendere il sole, vista la bella giornata.
Secondo il loro racconto sarebbero state sorprese da due uomini che armati di cacciavite le avrebbero minacciate e tentate di aggredirle e poi violentarle.
Un tentativo di violenza sessuale che non è riuscito pare per la reazione delle due giovani che hanno iniziato ad urlare attirando l’attenzione di qualche bagnante vicino. 
Ai due aggressori non è rimasto che fuggire. 
Le ragazze avrebbero anche dato la descrizione dei due uomini: uno biondo e uno scuro. Sarebbero risaliti di corsa verso la strada. Avrebbero poi preso le moto e sarebbero fuggiti verso il corso Baldassare Scaduto.
A questo punto la polizia ha avviato un’indagine per verificare il racconto delle due giovani e cercare di risalire all’identità dei due aggressori. Si sarebbe alzato in cielo anche un elicottero per cercare di trovare i fuggitivi a bordo delle moto. Al vaglio degli inquirenti il racconto delle due giovani. Sarà fondamentale il loro racconto e le descrizioni che forniranno per per cercare di dare un volto agli aggressori. 
Le ragazze, di cui non si conosce il paese di residenza e nemmeno l’età, sono state raggiunte dagli agenti di polizia e  portate nel commissariato di Bagheria per presentare la denuncia.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.