f Bagheria. Indagini sulla morte di un uomo dopo 50 giorni di agonia in ospedale | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Indagini sulla morte di un uomo dopo 50 giorni di agonia in ospedale

sabato 27 maggio 2017, 09:15   Cronaca  

Letture: 15.010

E’ avvolta nel mistero la morte di un sessantenne bagherese.
L’uomo si chiamava Roberto Impellizzeri e faceva il camionista. E’ morto due giorni fa in ospedale, dove è rimasto ricoverato oltre un mese. Sulla vicenda ci sarebbe un’ìndagine da parte della Procura ed è stata disposta l’autopsia.Secondo alcune ricostruzioni frammentarie, l’uomo circa un mese fa, mentre si trovava in via Lanza, a piedi, sarebbe stato colpito da un pugno alla testa, sferrato da un altro uomo che pare fosse ubriaco. Pare che i due avessero avuto una discussione.
Impellizzeri colpito all’improvviso sarebbe caduto a terra e avrebbe battuto la testa, riportando gravi lesioni.
L’uomo è stato ricoverato soccorso e condotto in ospedale in gravissime condizioni dove è morto un paio di giorni fa.
Pare che i carabinieri abbiano avviato un’inchiesta per capire cosa sia successo realmente e secondo altre indiscrezioni avrebbero anche fermato il possibile autore dell’aggressione all’epoca dei fatti per lesioni gravi.Ma come detto l’intera vicenda è avvolta nel mistero più fitto e poco o nulla filtra.
Pare che nessuno abbia assistito all’episodio o se qualcuno abbia visto non vorrebbe parlare per paura.
La Procura ha comunque avviato un’inchiesta e disposto l’autopsia sul corpo di Impellizzeri per capire le cause che ne hanno provocato la morte.
Di certo c’è che un uomo è morto dopo un mese di agonia lasciando moglie e i figli.
Chi lo conosceva descrive Impellizzeri come una persona buona, tranquilla e dedita al lavoro e alla famiglia.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.