f Morto Nicola Previteri. E' stato consigliere comunale e ha scritto 2 libri storici | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Morto Nicola Previteri. E’ stato consigliere comunale e ha scritto 2 libri storici

mercoledì 3 maggio 2017, 14:51   Attualità  

Letture: 2.505

nicola-previteridi Giuseppe Martorana

Nella giornata di ieri martedì 2 maggio si è spento, all’età di 94 anni, il nostro concittadino avvocato Nicola Previteri, molto noto all’inizio degli anni Cinquanta del secolo scorso per essere stato consigliere comunale della nostra Città. Militava nelle fila del Movimento Sociale Italiano (MSI) e nella sua azione politica si dimostrò molto positivo e costruttivo nell’affrontare i problemi cittadini anche se era all’opposizione.Nel 1952, unitamente al compagno di partito Oreste Girgenti, votò contro la dismissione della Pescheria per dare posto all’Ufficio centrale delle Poste e Telecomunicazioni perché ciò avrebbe privato, come privò, il Corso Umberto I dell’unica piazza ivi esistente.
È stato anche un ricercatore storico preciso, meticoloso e puntiglioso.
Non essendoci un archivio storico della Bagheria dell’Ottocento ed essendo innamorato della sua città, per anni ha condotto ricerche presso l’Archivio di Stato di Palermo dove sono giacenti decine di fascicoli che riguardano Bagheria, comprendenti la corrispondenza tra il nostro comune e l’Intendenza fino al 1860 e la Prefettura dopo tale data. La sua preziosa ricerca riguarda appunto il primo sessantennio dell’Ottocento. Ne sono venuti fuori due volumi pubblicati dall’Assessorato ai Beni Culturali del nostro Comune.
Nel 1997 è uscito il primo volume dal titolo “Don Gesualdo Pittalà, sindaco e galantuomo borbonico”; quattro anni dopo, nel 2001, al termine della sua fatica, ha pubblicato un secondo volume dal titolo “Verso l’Unità, gli ultimi sindaci borbonici di Bagheria”. I due volumi, molto apprezzati, anche perché ottimamente documentati, costituiscono una fonte inesauribile per conoscere il primo sessantennio dell’ Ottocento bagherese che comprende il periodo iniziale dell’attività amministrativa del nostro comune, istituito il 21 settembre 1826.
Era nato a Tripoli il 23 aprile 1923. I funerali sono stati celebrati stamattina a Palermo, nella Chiesa della Madonnina di Fatima in via Terrasanta, mentre la tumulazione è avvenuta nel nostro Cimitero nelle ore immediatamente successive.
Le nostre condoglianze ai figli Gaetano e Girolamo e alle nuore Giusy Sicilia e Domenica Valenti.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.