f Santa Flavia. La Cassazione conferma la pena. L'ex sindaco Napoli in carcere | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Santa Flavia. La Cassazione conferma la pena. L’ex sindaco Napoli in carcere

mercoledì 31 maggio 2017, 10:35   Cronaca  

Letture: 7.997

Si era presentato al carcere dell’Ucciardone questa mattina per dare seguito alla sentenza definitiva della Cassazione che ha confermato la pena a 4 anni e 8 mesi di reclusione, ma ancora il provvedimento non è esecutivo ed è tornato a casa.Si tratta dell’ex sindaco di Santa Flavia Antonio Napoli che questa mattina si era costituito.
“Rispetto la sentenza anche se sono completamente innocente -ci ha riferito Napoli- sarà esecutiva nei prossimi giorni. Oggi mi sono recato all’Ucciardone ma mi hanno detto che ancora non ci sono le carte. Sono comunque sereno”.  
La condanna per l’ex sindaco è di 4 anni e 6 mesi: 3 anni per concussione e 1 anno per corruzione.
La Corte di appello nel maggio dello scorso anno aveva ridotto la pena da 6 anni a 4 anni.
Ma la Cassazione ieri ha confermato la pena e per l’ex sindaco si sono aperte le porte del carcere.
La vicenda risale al 2007 ed è relativa alla nomina dell’ingegnere Giovanni Mineo che era stata ritenuta illegittima e forzata. Sarebbe stata imposta ad assessori e funzionari.
Napoli è difeso da Nino Caleca e Roberto Mangano, che avevano preannunciato il ricorso in Cassazione, per mettere la parola fine a questa vicenda. 
Il Comune di Santa Flavia, che si era costituito parte civile, ha anche ricevuto una provvisionale di 50 mila euro.
Ridotta di un anno, pena sospesa, per l’ex ingegnere capo del Comune, Giovanni Mineo.
Antonio Napoli era stato invece scagionato dall’accusa di vessazione ed emarginazione nei confronti della dirigente Patrizia Li Vigni. 
Bisognerà attendere le motivazione per i quali la Cassazione ha confermato la pena.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.