f Bagheria. Aggredito padre Filippo da 3 persone che volevano soldi e viveri | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Aggredito padre Filippo da 3 persone che volevano soldi e viveri

domenica 11 giugno 2017, 11:48   Cronaca  

Letture: 22.880

Aggredito e picchiato padre Filippo Custode, parroco della chiesa San Sepolcro di Bagheria.
I fatti si sono verificati nei giorni scorsi, ma la notizia è trapelata nelle scorse ore. Il parroco sarebbe stato preso a pugni e scaraventato a terra da un gruppo di scalmanati che pretendevano dei soldi ed altri beni di prima necessità. L’episodio si sarebbe verificato giovedì mattina, mentre i volontari della Caritas erano intenti nel servizio giornaliero di distribuzione di alimenti per i più poveri.
I volontari donano ai bisognosi gli alimenti che vengono donati dai bar di Bagheria e dintorni.
Il gruppo di aggressori composto da tre persone, sarebbe entrati all’interno dei locali di via Monsignor Domenico Buttitta, pretendendo soldi e viveri. Pare che in passato avevano ottenuto aiuto e assistenza.
Appena dentro il locale avrebbero iniziato ad inveire contro i volontari. Sarebbe intervenuto il parroco che stava confessando alcuni fedeli.
Il sacerdote avrebbe cercato di spiegare che gli aiuti vengono assicurati a tutti i bisognosi e non sempre alle stesse persone.
A questo punto i tre si sarebbero scagliati contro il parroco riportando qualche leggera contusione.
Un episodio simile era accaduto qualche giorno prima a Ficarazzi, dove padre Claudio, di Bagheria, era stato aggredito verbalmente e fisicamente da una persona con disturbi psichici. L’uomo gli ha dato due manate al volto e schiacciato gli occhiali.
Il parroco ha chiesto l’intervento dei carabinieri locali.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.