f I cigni neri | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

I cigni neri

lunedì 12 giugno 2017, 14:59   L'Opinione  

Letture: 2.233

di Nicolò Benfante

Si è appena concluso lo spoglio di questa tornata elettorale al vetriolo, sotto certi aspetti, per rendersi subito conto a primo acchito, che la polvere di stelle che ci aveva tanto offuscato, piano piano si dissolve nell’aria.
La Sicilia, terra del gattopardo, sfruttata e considerata “volgarmente” contenitore di voti, è sempre stata precursore e segnato le sorti di quell’asset politico nazionale.
Ebbene, non a caso, da questa tornata, il popolo siciliano, in quei comuni laddove si votava, unanimamente hanno contribuito ad esprimere una forte opinione contraria al Movimento 5 stelle; raggiungendo peraltro percentuali molto basse per un partito che si definiva tra i primi a livello nazionale.
Nemmeno i Big, venuti appositamente per perorare le cause dei propri candidati hanno sortito gli effetti sperati; anzi in alcuni casi si parla di piazze completamente sparute o deserte.
Da tecnico ed osservatore della politica mi chiedo cosa sia successo?
Cosa ha determinato questo insuccesso, calo, insoddisfazione, amarezza, distacco, perdita di consensi per favorire un ritorno alle vecchie logiche partitiche della sinistra o della destra.
A proposito, il centro destra, quando compatto, riesce a raccogliere ed imporre i suoi consensi!
Ebbene, tecnicamente, posso darmi una spiegazione, spero condivisibile con altri, in ogni caso frutto della mia interpretazione.
Viviamo un momento epocale in continua evoluzione, siamo alla ricerca di un assetto in cui le parole, democrazia, legalità, trasparenza, sono dei concetti aleatori, pieni di sentimento nel dire, nel fare, nel parlarNe, ma altrettanto vuoti, colmi di ipocrisia e pieni di menzogna, l’illusione nell’attuarLi.
Il Cittadino, oggi, soffre l’impotenza; chi Ci amministra con arroganza e mediocrità è convinto di poter dare un senso all’ordine delle cose, purtroppo alcuni avvenimenti sfuggono al chiaro e nitido disegno programmato, pertanto  diventano incontrollabili ed incontrovertibili,  “I Cigni Neri”.
Questo termine viene utilizzato dagli esperti di finanza, per indicare un evento raro, inatteso, improbabile, imprevedibile e dagli effetti dirompenti.
Utilizzo questo termine di paragone per confutare la tesi che statisticamente nessuno è in grado di determinare la probabilità di quell’errore che esiste in natura, e quando ciò accade, anche se un evento isolato e inaspettato, ha sempre un impatto enorme che solo a posteriori può essere spiegato e reso prevedibile.
Il movimento rappresenta, tutto ciò, quell’equazione che determina una formula dal guscio vuoto, che ha ingenerato nella programmazione del sistema un errore, un baco, un Cigno Nero.
L’unico baluardo ancora a resistere è il comune di Bagheria, roccaforte di un’amministrazione che ha toccato punti record in ambito negativo.
Siamo l’unico comune d’Europa a non avere BILANCI DA DIVERSI ANNI (sette bilanci ancora da approvare tra consuntivo e previsione);
E’ stata approvata la costituzione di una società, “AMB Multiservizi S.p.A.” a capitale pubblico, pur tuttavia, non è importante sapere che il Collegio dei Revisori, sulla costituenda società si era espresso su diversi punti di natura tecnico-contabile sottolineando che avrebbero avuto delle incidenze e ripercussioni sui costi di bilancio e, sulla fattibilità evidenziava: “sottolinea sin d’ora che tale possibilità, benchè non vietata categoricamente dalla legge, appare quanto meno in controtendenza con le politiche del legislatore volte a ridurre ed eliminare al massimo gli organismi partecipati degli enti locali, rivelatesi negli anni carrozzoni di costi amministrativi, sia con le politiche dell’ente stesso che ha internalizzato già alcuni servizi, senza ricorrere a società esterne, con proprio personale dipendente”.
Non esiste il bilancio 2017 e non chiediamoCi come sono stati impegnati o dove sono allocati i 25.000,00 euro occorrenti per la costituzione della società (25% del capitale sociale  – 100.000,00 – occorrente per la costituzione società).
Non è lecito sapere se è stato creato un danno erariale, tanto non succede nulla;
Non soffermiamoci sulla legittimità o meno della costituita società; tanto nulla accade;
Non è lecito chiedere se gli affidamenti diretti di un servizio risulteranno illegittimi senza criteri di efficienza, efficacia e convenienza economica;
Non è legittimo interrogarSi se la neonata società AMB S.p.A., è un servizio indispensabile ai sensi dell’art. 163 c. 2 del TUEL;
Non allarmiamoci se non esiste alcun parere del Ministero al riguardo o della Corte dei Conti sulla legittimità degli atti.
Non è importante sapere se la Tariffa servizio acquedotto provvisoria copre il 65% del costo del servizio. In realtà la prescrizione Ministeriale prevede una copertura dell’80%.
Non è importante conoscere i dati a consuntivo (inesistente) che hanno determinato il ruolo TARI 2017, oggetto di richiesta e prelievo ai cittadini.
Non chiediamoci se gli effetti di questa, certa, manifesta ed evidente mala gestio provocherà effetti dirompenti.
Una cosa è certa!
Lasciamoli lavorare, d’altronde stanno amministrando e lavorando alacremente all’interno della loro roccaforte, per la loro “epurazione”; sarei oltremodo dispiaciuto, sentir parlare di ulteriore indebitamento per le casse dell’ente, tale da dover ri-dichiarare un nuovo dissesto.
Fortunatamente la scia della cometa è già passata, il pulviscolo si sta dissolvendo, il cielo comincia ad essere limpido e quindi uscimmo a riveder le stelle(Inferno xxxiv).

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.