f Bagheria. La Provincia pagava locali a vuoto per le scuole. In 5 rischiano la condanna | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. La Provincia pagava locali a vuoto per le scuole. In 5 rischiano la condanna

venerdì 22 settembre 2017, 11:03   Attualità  

Letture: 5.922

L’ex Provincia regionale di Palermo ha pagato per 3 anni e mezzo, gli affitti per 157 mila euro, per locali destinati a scuole, che non sono mai stati utilizzati. I locali sono quelli di via Malipiero destinati ai licei D’Alessandro e artistico.Cinque fra dirigenti e funzionari dell’ex Provincia dovranno rispondere di presunto danno erariale.
Si tratta di Carmelo Maurizio Rotolo, 67 anni, responsabile della direzione Patrimoniale e provvedimento nel 2012, Antonio Caruso, 63 anni, Giuseppe Di Grigoli, 62 anni, Giuseppe Mistretta, 64 anni, responsabile dell’ufficio Fitti e passivi e Flavia La Roca, di 60 anni.
I 5 dirigenti e funzionari sono chiamati dalla Corte dei Conti di Palermo a restituire somme che vanno da 4 mila euro a 83 mila euro.
Le indagini sarebbero scattate da un esposto inviato lo scorso anno segnalando una ipotesi di danno erariale.
I locali sono intestati alla ditta “fratelli Gargano Giuseppe e Antonio” di un immobile in via Città di Palermo e via Malipiero, entrambi destinati al liceo D’Alessandro.
Il contratto risale al 1993, il canone annuo venne fissato in 130 e 109 milioni di lire.. Il contratto venne rinnovato nel 1998 e nel 2004 e nel 2011.
Nel 2011 il liceo scientifico D’Alessandro si trasferì nella nuova struttura in via Sant’Ignazio di Loyola e i locali di via Malipiero vennero concessi al liceo artistico. Nel 2012 i locali vennero resi liberi, ma la Provincia continuò a pagare lo stesso il canone, malgrado i locali fossero inutilizzati.
Nessuno si adoperò a disdire il contratto e per questo motivo è scattata l’inchiesta ai danni dei dirigenti e funzionari.
La segnalazione alla Procura contabile contro i dipendenti venne formulata con l’accusa di “innegabile negligenza ed inerzia funzionale” per avere pagato i canoni a vuoto.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.