f Bagheria. Si ricorda Carlo Alberto Dalla Chiesa nella cava confiscata ai Buttitta | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Si ricorda Carlo Alberto Dalla Chiesa nella cava confiscata ai Buttitta

domenica 3 settembre 2017, 14:17   Attualità  

Letture: 1.361

Nell’ambito della manifestazione “Notti di Sicilia” si terrà domenica 3 settembre 2017 alle ore 21,30 una serata in ricordo di Carlo Alberto Dalla Chiesa nella cava Consona a Bagheria. L’iniziativa è organizzata da BCsicilia – Per la salvaguardia e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali, in collaborazione con Esperonews, Giornale di Termini Cefalù Madonie, e il Comune di Bagheria. Per informazioni: Tel. 091.8112571 – 339.5921182. Email: info@associazionecheviaggia.it. Facebook: Atc l’associazionecheviaggia. Twitter: Atc TurismoeCultura.
 Il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, ucciso dalla mafia 35 anni fa, sarà ricordato, insieme alle altre due vittime dell’eccidio, domenica 3 settembre, alle 21,30, nella cava Consona a Bagheria. Il luogo scelto ha una forte valenza simbolica, in quanto si tratta di un bene sottoposto ad amministrazione giudiziaria perchè ritenuto proveniente da attività mafiosa. Previsti gli interventi di amministratori, studiosi ed esponenti di associazioni. Nel corso della serata verrà proiettato il film “Cento giorni a Palermo” di Giuseppe Ferrara e Giuseppe Tornatore che racconta i tre mesi di presenza, nelle vesti di prefetto, di Dalla Chiesa a Palermo. L’ingresso è libero ma è necessaria la prenotazione.
 Il generale dei carabinieri Carlo Alberto dalla Chiesa, noto per il suo impegno nella lotta contro il terrorismo delle brigate rosse prima e alla mafia poi, è stato ucciso il 3 settembre del 1982 in via Isidoro Carini a Palermo, vittima di un agguato di Cosa nostra, insieme con la moglie Emanuela Setti Carraro e l’agente di scorta Domenico Russo.
La serata, con interventi di vari soggetti e la proiezione del film, vuole essere un contributo alla memoria storica, per non dimenticare.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.