f Bagheria. Ad un anno dalla scomparsa di Giusy. Il fratello Salvo: "chi sa parli" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Ad un anno dalla scomparsa di Giusy. Il fratello Salvo: “chi sa parli”

martedì 14 novembre 2017, 12:12   Cronaca  

Letture: 16.002

di Martino Grasso

Un anno senza Giusy. Un anno di angoscia e ansia.
Sono passati 12 mesi dalla scomparsa di Giusy Ventimiglia, la donna di Bagheria di 36 anni che sembra essere stata inghiottita nel nulla. A niente sono servite finora le ricerche avviate anche dai carabinieri della compagnia di Bagheria lo scorso anno. Non hanno prodotto nulla nemmeno le trasmissioni televisive come “Chi l’ha visto?” che se ne è occupata in varie occasioni.A rilanciare il caso, ad un anno dalla scomparsa, è il fratello Salvo che chiede con insistenza che fine abbia fatto la sorella. Di Giusy Ventimiglia si sono perse le tracce la mattina del 13 novembre del 2016. L’ultimo avvistamento sarebbe stato in via del Fonditore, la strada che collega Bagheria con Ficarazzi, alla periferia di Bagheria.
Corporatura esile, occhi azzurri e capelli biondi, al momento della scomparsa indossava una mantella rossa, jeans, scarpe da ginnastica bianche e grigie.
La sua sembrava un allontanamento volontario e che dopo qualche giorno si sarebbe rifatta viva. E invece non è stato così.
La storia di Giusy è intrisa di silenzi, reticenze e bugie.
Un matrimonio fallito alle spalle. Non lavorava e passava le giornate senza fare niente di particolare.
Dopo la separazione dal marito, abitava con il padre e il figlio allora diciassettenne, che nel frattempo si è trasferito a Milano.
Il giorno della scomparsa
Il 13 novembre dello scorso anno, si era alzata presto ed era uscita intorno alle 7,30, dicendo che sarebbe andata a prendere un caffè.
Il fratello Salvo non si è arreso e ha avviato una ricerca della sorella senza sosta.
Chiede disperatamente di sapere cosa sia accaduta alla sorella.
“Dalla Procura abbiamo saputo che l’indagine è in corso -racconta- ma non sappiamo a che punto sono le ricerche”.
C’è una donna che sarebbe stata l’ultima persona ad averla vista, Floriana. Ma dopo che aveva dichiarato di averla incontrata, ha negato tutto.
“Aveva detto di essere stata con Giusy in un bar di Bagheria. Poi ha ritrattato. Abbiamo scoperto che la domenica il bar è chiuso. E allora perché dire cose non vere?”
Salvo si è rivolto numerose volte alla trasmissione “Chi l’ha visto?“, nella speranza di ritrovare la donna.
“Voglio sapere se è viva, se sta con qualcuno, o se è morta. Voglio sapere che fine ha fatto. Quel giorno mio padre ha visto mia sorella uscire di casa. Hanno provato a chiamarla e il telefono era spento. Una coppia l’ha vista in via del Fonditore. Poi si sono perse le tracce. La cella telefonica ha agganciato quel luogo dove è scomparsa. Veniva vista spesso da quelle parti, in compagnia di persone. Persone adulte, forse anziane.”
Dopo qualche giorno è scattata la denuncia di scomparsa.
Da quel giorno solo silenzi e mezze parole.
Le indagini.
I carabinieri della compagnia di Bagheria avviarono una vasta operazione di pattugliamento, con tanto di nucleo cinofilo ed elicotteri. Venne setacciata la zona dell’ultimo avvistamento. Ma della donna nessuna traccia. Come se fosse stata inghiottita dal nulla.
“Mia sorella non stava bene fisicamente nè mentalmente E’ stata ricoverata 2 settimane in un centro di psichiatria. Pensare che qualcuno le abbia fatto male, mi fa stare male e ancora di più fa stare male che nessuno ci dica niente.
Non abbiamo saputo mai nulla. Non sappiamo a che punto sono le indagine e verso chi sono rivolte. Siamo all’oscuro di tutto.
Mio nipote (figlio di Giusy ndr) dovrebbe spaccare le montagne per cercare sua madre. Mi fa male. Fa stare male tutti.”
Un fatto inquietante è accaduto durante una trasmissione televisiva sulla scomparsa della donna. Mentre la giornalista della trasmissione intervista alcun bagheresi sperando di avere notizie utili, un uomo passando disse a voce alta: “tanto non la troverete più”. L’uomo poi disse che quella frase era stata detta senza alcun motivo. Ma quella frase ha destato più di un sospetto, gettando lungo ombre sulla vicenda.
Salvo Ventimiglia non ha smesso di cercare la sorella, anche se sente lo scoramento su questa vicenda avvolta nella nebbia: “mi sento solo, abbandonato, come se questa storia importasse soltanto a me”.
Google Street View
Giusy Ventimiglia sarebbe stata immortalata anche dalla telecamera mobile di Google utilizzata per realizzare le mappe virtuali consultabili su internet. E’ l’ultimo appiglio del fratello. Le foto sono state scattate in via Capitano Emanuele Basile nell’aprile del 2016, 6 mesi rima della scomparsa.
Hanno ripreso la donna seduta su un muretto. Giusy indossa un paio di jeans, una maglia nera leggera, scarpe sportive ed ha una fascia rossa sui capelli. Il volto, come in tutte le immagini di Google Street View, è coperto.
Io so che è mia sorella -dice Salvo Ventimiglia- perché la riconoscerei tra mille persone. Riconosco la corporatura esile, gli abiti, i capelli. L’ho notata per caso mentre consultavo le mappe di Bagheria. Ricordando che la via Basile rientra nella zona che spesso frequentava, mi sono soffermato. Ho prima notato Floriana, una persona che lei frequentava, nei pressi di un’agenzia scommesse. Poi ho individuato mia sorella. In quegli scatti è evidente che ha un cellulare in mano. Prima lo osserva, poi parla con qualcuno. Sono sicuro che tra la gente che frequentava qualcuno non dica la verità”. 
Il 31 ottobre Giusy ha compiuto 36 anni.
“Non ho potuto abbracciarla per il suo compleanno – prosegue il fratello – mi sento molto scoraggiato. Pare che frequentava diversi uomini. Qualcuno l’ha vista salire a bordo di una macchina guidata da un certo Giuseppe, che però ha negato tutto. Molte  le segnalazioni che si sono rivelate false.
Abbiamo bisogno di sapere qualcosa. Chi sa cosa è accaduto a Giusy, per favore, parli.”
 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.