f Bagheria. L'arcivescovo Lorefice: "la statua della Madonna tornerà nell'altare" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. L’arcivescovo Lorefice: “la statua della Madonna tornerà nell’altare”

domenica 21 gennaio 2018, 20:15   Attualità  

Letture: 58.509

di Martino Grasso

La statua della Madonna tornerà nell’altare maggiore della chiesa delle Anime Sante.
Lo ha detto l’arcivescovo di Palermo Corrado Lorefice nel corso dell’omelia della messa di questo pomeriggio che ha preceduto la manifestazione di solidarietà al parroco Giovanni Basile, dopo che nei giorni scorsi ignoti avevano imbrattato con della vernice nera il prospetto principale della chiesa, che nel giro di qualche giorno è stata rimossa.
“Il simulacro non tornerà al suo posto perché ho paura -ha detto Lorefice- è un atto di responsabilità. Chi sta cantando vittoria non è cristiano”. Le parole dell’arcivescovo sono state seguite da un fragoroso applauso.
Ma l’arcivescovo di Palermo, durante l’omelia, ha usato parole durissime contro chi ha sfregiato la chiesa nei giorni scorsi con la vernice nera (pare olio meccanico), ma anche con le scritte ingiuriose e minacciose contro padre Basile e alcune lettere anonime.
“Abbiamo scandalizzato i cittadini bagheresi e dobbiamo chiedere perdono -ha detto Lorefice-. Padre Basile è il legittimo parroco di questa comunità. Dobbiamo ridare priorità a Dio. Si è perso la lucidità per lo spostamento del simulacro. E si sono verificati atti efferati. Ci si è divisi per la statua della Madonna. Ma io metto al bando ogni gesto che è stato compiuto. E questi gesti non mettono paura a nessuno. Le scritte sui muri, la vernice e le lettere anonime non mi fanno paura.”
Lorefice ha aggiunto che “dobbiamo chiedere perdono alla Vergine Maria. Non abbiamo fatto quello che suo figlio ci ha chiesto di amarci come lui ci ha amato”.
L’arcivescovo però ha poi ribadito che il simulacro tornerà sull’altare maggiore come atto di responsabilità.
Al rito religioso hanno partecipato tantissime persone fra cui anche il sindaco di Bagheria Patrizio Cinque, esponenti della giunta e del consiglio comunale e rappresentati delle forze dell’ordine.
Prima dell’arcivescovo aveva preso la parola lo stesso parroco Giovanni Basile, che ha reso noto di avere ricevuto tantissimi attestati di solidarietà dopo i gesti i fatti dei giorni scorsi.
“Abbiamo ricevuto solidarietà da tutta la società. Tutti si sono sentiti offesi. Abbiamo sofferto la vergogna e l’offesa del gesto di vedere sporcare la chiesa, un gesto non definibile”.
Sembra dunque chiedersi la vicenda che ha visto protagonista la parrocchia delle Anime Sante di Bagheria che si è trascinata da ben 2 anni quando il parroco del tempo, Massimiliano Purpura, decise di spostare la statua della Madonna in una nicchia laterale, sempre all’interno della chiesa e di mettere sull’altare maggiore un quadro sulla deposizione di Cristo.
Il trasloco della statua non venne accolto di buon grado da alcuni parrocchiani. In questi due anni si sono avute anche delle lettere anonime, denunce e minacce, più o meno velate.
Nel frattempo padre Purpura venne trasferito e sostituito con padre Giovanni Basile. Ma la statua non tornò al suo posto, come qualcuno sperava.
Iniziarono a spuntare sui muri delle case attigue alla chiesa delle scritte ingiuriose, prima contro alcuni fedeli e poi contro lo stesso parroco. Le scritte sgrammaticate e in un italiano stentato, con il tempo si sono fatte cattive. Fino alla minaccia di morte contro lo stesso parroco: “Padre Basile Giovanni, metti la Madonna al suo posto, senno ai poka vita”.
La settimana scorsa si è raggiunto l’apice delle contestazioni con il prospetto principale che è stato imbrattato con della vernice nera, forse olio meccanico, versata anche davanti il portone principale. 
Oggi sembra che si sia scritta l’ultima parola sulla vicenda con l’intervento dell’arcivescovo di Palermo Corrado Lorefice che ha annunciato che la statua della Madonna tornerà sull’altare maggiore.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.