f Aspra. Andrea Sciortino: "divieto di balneazione da 30 anni. Costretti a subirne i danni" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Aspra. Andrea Sciortino: “divieto di balneazione da 30 anni. Costretti a subirne i danni”

martedì 3 aprile 2018, 10:54   Attualità  

Letture: 24.813


di Pino Grasso

Dopo l’ennesima dichiarazione di non balneabilità del mare di Aspra, il presidente della circoscrizione Andrea Sciortino non ci sta e critica le amministrazioni presenti e passate.
“Ogni anno si ripete la stessa storia – afferma il presidente della Circoscrizione di Aspra Andrea Sciortino – noi abitanti subiamo la scarsa preparazione e la negligenza del Settore ambiente dell’amministrazione comunale. Una situazione, quella del divieto di balneazione, che si ripete da un trentennio senza che mai nessuno si sia impegnato realmente e attivamente per la risoluzione della problematica, legata al depuratore che non funziona perfettamente, ormai obsoleto e che, necessità interventi di ammodernamento. A questo si aggiunga la situazione ancora più grave derivante gli scarichi non depurati che arrivano dal fiume Eleuterio, dove molti comuni scaricano, provocando un disastro ambientale della nostra costa. E’ una situazione paradossale che continua senza una progettualità e senza interesse. Come al solito saremo costretti a subire un danno economico a discapito sia della frazione, sia di chi ad Aspra svolge la propria attività imprenditoriale”.
Ricordiamo che ad Aspra i divieti comprendono numerosi tratti.
Riguardano la zona dalla foce del fiume Eleuterio per 100 metri ad est Fiume Eleuterio per la lunghezza di 300 metri, poi per 200 metri ad Ovest del Piazzale Prime Rocce sul lungomare per la lunghezza di 600 metri e per 300 metri ad Est della spiaggia “Sarello” una delle più frequentate dai bagheresi.
A Ficarazzi è temporaneamente vietata per inquinamento la spiaggia a 200 metri Ovest del Fiume Eleuterio mentre risulta balneabile il tratto di mare a 200 metri Ovest di via San Martino. A Santa Flavia il divieto riguarda un tratto da 100 metri ad ovest a 200 metri est della località “Fondachello”. Divieto anche della zona portuale di Porticello. Ad Altavilla Milicia temporaneamente vietata la balneazione dalla foce del fiume Milicia Marina Del Ponte 4. Inoltre per motivi di sicurezza per il pericolo di caduta massi, divieto a Cala dell’Osta a Mongerbino, Grotta Agnone a Capo Zafferano, 100 metri ad ovest del Castello di Solanto e nella spiaggia di Sant’Elia.
Adesso i sindaci dei Comuni rivieraschi sono tenuti ad adottare tutti i provvedimenti di competenza, ivi compreso quello dell’affissione dei cartelli metallici di divieto  della  balneazione in  aree  facilmente visibili,  i cui contenuti devono essere espressi almeno in due lingue.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.