f Bagheria. "Due carabinieri hanno soccorso mio figlio salvandogli la vita" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. “Due carabinieri hanno soccorso mio figlio salvandogli la vita”

mercoledì 4 aprile 2018, 08:56   Attualità  

Letture: 174.672

di Martino Grasso

Un miracolo ma soprattutto il tempestivo intervento di due carabinieri hanno salvato la vita ad un ragazzo di Bagheria di 16 anni. Alessandro è un giovane rimasto coinvolto in un incidente stradale avvenuto giovedì scorso a Palermo. Ha riportato numerose ferite ma per fortuna è salvo.  A distanza di una settimana è la mamma, Ignazia, a raccontare cosa è successo e a ringraziare pubblicamente l’arma dei carabinieri.
La vita del figlio sedicenne è stata salvata infatti da due militari.
Il giovane, giovedì, intorno alle 14,00, mentre si trovava lungo la via Messina Marine, all’altezza del Bar del Bivio, a bordo della sua motocicletta, non si è accorto della presenza di una volante della polizia, ferma, con i lampeggianti accesi, intervenuta qualche minuto prima per un incidente stradale in cui erano rimaste coinvolte 4 auto.
La moto ha tamponato violentemente contro la macchina e il ragazzo è stato sbalzato a terra, rimanendo gravemente ferito.  
A questo punto sono intervenuti i due carabinieri che si trovavano sul posto.
Il ragazzo in preda alle convulsioni e con il volto pieno di sangue per le numerose ferite è stato soccorso dai due militari che hanno scongiurato il peggio.
“Alessandro aveva perso conoscenza -racconta la mamma Ignazia- a questo punto sono intervenuti i due carabinieri, Mattia Pendinelli e l’appuntato Gaetano Di Gennaro. Pendinelli non ha badato al sangue e ha eseguito su mio figlio una manovra anti-soffocamento, rianimandolo in breve tempo, in attesa dell’arrivo dell’ambulanza. E’ arrivato all’Ospedale Civico con politraumi e riportando un trauma cranico, frattura all’orbita e subendo punti al sopracciglio, sulle labbra e contusioni sul resto del corpo. Ma la tempestività e lo spirito umanitario, il coraggio e il senso del dovere che persiste non solo in questi due agenti ma in tutta l’arma dei carabinieri ha salvato mio figlio Alessandro da conseguenze gravissime”.
I genitori di Alessandro, Ignazia ed Enrico, hanno deciso di chiedere alle cariche più alte un incontro per elogiare l’operato dei due carabinieri.
Alessandro sta recuperando e sta guarendo le ferite riportate. Riprenderà presto la sua vita grazie a due angeli, Mattia e Gaetano, che forse non dimenticherà mai.

 

 

   

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.