f Bagheria. Processo Argo, in due tornano in carcere, per scontare pene definitive | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Processo Argo, in due tornano in carcere, per scontare pene definitive

lunedì 28 maggio 2018, 13:47   Cronaca  

Letture: 30.717

Coinvolti nell’operazione Argo, che nel 2013 aveva portato in carcere una ventina di esponenti di spicco della famiglia mafiosa di Bagheria, sono tornati in carcere Vincenzo Graniti e Driss Modshadir.

Graniti, 53 anni, residente a Bagheria,  stato arrestato dagli agenti del commissariato di polizia di Bagheria, su disposizione del Tribunale di Palermo. Deve scontare  una pena residua di 1 anno e 1 mesi.
La pena complessiva era di 65 anni e 8 mesi.
Graniti è stato ritenuto colpevole di avere messo a segno 3 estorsioni ai danni di commercianti di Bagheria nel 2012.  Driss Modshadir, 30 anni, residente a Casteldaccia, di origini marocchine, si  costituito spontaneamente al carcere dei Pagliarelli per scontare la pena definitiva di 3 anni.
La pena complessiva era di 6 anni e 3 mesi. Anche lui è stato ritenuto colpevole di avere messo a segno alcune estorsioni.     
Nel 2013, dall’operazione del Comando provinciale dei carabinieri di Palermo e del Ros, coordinati dal procuratore aggiunto Leonardo Agueci e dai sostituti Francesca Mazzocco e Caterina Malagoli, venne fuori lo spaccato di una mafia che guardava al futuro investendo fiumi di denaro – la gran parte arrivata dal traffico di stupefacenti – nell’apertura di imprese edili, supermercati, agenzie di scommesse e locali notturni.
Determinante sarebbe stata la collaborazione di decine di commercianti bagheresi che per anni avevano subito i taglieggiamenti e che alla fine avevano deciso di collaborare con la giustizia.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.