f Casteldaccia. 5 candidati a sindaco: Nasca, Guttilla, Di Giacinto, Frascati e Clemente | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Casteldaccia. 5 candidati a sindaco: Nasca, Guttilla, Di Giacinto, Frascati e Clemente

martedì 15 maggio 2018, 11:43   Attualità  

Letture: 9.936

di Martino Grasso

Sono cinque i candidati alla poltrona di sindaco, in vista delle elezioni del 10 giugno, quando si eleggerà il nuovo primo cittadino ma anche il consiglio comunale, decaduto lo scorso anno per non avere approvato il dissesto economico.Il nuovo sindaco prenderà il posto di Fabio Spatafora che ha deciso di non ricandidarsi.
I candidati a sindaco sono: Maurizio Nasca, Giuseppe Guttilla, Giovanni Di Giacinto, Carmelo Frascati e Giuseppe Clemente. I primi 4 concorrono con delle liste civiche, mentre il quinto è candidato del Movimento 5 stelle.
Molti di loro hanno un passato da amministratore, come consiglieri comunale, come assessori o come sindaco.

Maurizio Nasca, commercialista ed ex consigliere comunale.
E’ sostenuto dalla lista “Rinascita Casteldaccia”.
Nasca è l’espressione di un gruppo di cittadino che si sono coalizzati attorno a lui. Il gruppo punta “alla rinascita della città di Casteldaccia che dà molto, troppo, tempo è rimasta inerme. Abbiamo valutato e condiviso l’idea di un programma amministrativo che metta al centro di tutto il cittadino, che da oggi deve diventare parte attiva, fondamentale per l’azione politica. Una politica ed una amministrazione che sia più vicina ai cittadini”.

Il secondo candidato è Giuseppe Guttilla, 49 anni, imprenditore nel campo della ristorazione. Guttilla sarà sostenuto dalla lista civica chiamata “Officina Cambia menti”.
“Ho il desiderio -dice Guttilla- di stravolgere le consuetudini tipiche delle presentazioni delle candidature nelle campagne elettorali. Sono io a farmi promotore del gruppo di cittadini che si sono liberamente avvicinati e incontrati e che, ispirati dalla volontà di mettere in comune intelligenze diverse, hanno dato vita all’“Officina CambiaMenti”. Il nome del gruppo incarna il concetto di un’“officina” che riprende e ripara le cose “rotte”, seguendo la visione della Casteldaccia che vorrebbe”.

Il terzo candidato è Giovanni Di Giacinto, 56 anni, sindaco negli scorsi anni ed ex deputato regionale.
Sarà sostenuto dal gruppo Movimento “Ritrovare Casteldaccia”.
“Noi pensiamo -si legge in un documento- che solo la chiarezza della proposta supportata dall’autorevolezza e la credibilità politica potranno porre rimedio ai tanti problemi da cui è afflitta la comunità casteldaccese. La consapevolezza della gravissima crisi che il paese vive dunque, ha convinto tutte le componenti della assoluta necessità, di porre alla guida della squadra, un uomo di grande esperienza ed un politico competente, che ha conosciuto anche da deputato protagonista del territorio, la difficile macchina regionale.”

Il quarto candidato è Carmelo Frascati. 41 anni, manager Fastweb, sposato e padre di 3 figli.  
“Lo stato in cui versa il nostro paese è visibile a tutti- dice- non ci sono spazi di aggregazione per i ragazzi, non ci sono parchi per bambini, si è persa l’ identità agricola e imprenditoriale, per non parlare del turismo. C’è necessità di aiuto, serve responsabilità da parte di tutti. Se andiamo a guardare più da vicino, ci accorgiamo che il nostro paese è stato “Violentato”, e ciò mi addolora e mi spinge ad una presa di coscienza e ad un serio impegno. Sicuramente non tutti mi conoscono o almeno non hanno mai avuto modo o occasione di parlare con me o magari, come succede nelle piccole comunità, ci si conosce solo di vista.” Frascati parla di sè e delle sue origini e della sua attività.
“Grazie alla mia famiglia, ho avuto modo di lavorare fin da piccolo nella falegnameria di mio padre che molti conoscerete: mastro Nino Frascati, capendo sin da subito i sacrifici che si fanno per sbarcare il lunario.”

Il quinto candidato a sindaco è del Movimento 5 stelle. Si tratta di Giuseppe Clemente.
Clemente, 51 anni, è sposato e padre di 2 figli di 20 e 11 anni. Diploma di perito capotecnico in Informatica presso l’ITIS “Vittorio Emanuele III” di Palermo. Ha insegnato nelle scuole di Casteldaccia e Bagheria.
“L’esperienze svolte -dice- sia all’interno dell’istituzione scolastica, quanto quelle svolte in qualità di addetto ai rapporti commerciali, attraverso il coordinamento della rete di vendita, la gestione clienti e quella fornitori, nel settore privato, mi hanno permesso di acquisire le competenze fin qui maturate e sviluppare buone doti relazionali e comunicative.” Sul futuro del paese sottolinea che “dobbiamo essere orgogliosi di Casteldaccia perché è un paese splendido, dove i prodotti locali devono ritornare ad essere il fiore all’occhiello del nostro territorio.”
Fra i punti programmatici c’è la “riqualificare le aree già urbanizzate, valorizzare il centro storico e rilanciare le periferie. Una gestione intelligente della viabilità, dell’attività economica, delle risorse umane, può proiettare Casteldaccia verso l’idea di “Smart city”.”

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.