f Sul furto alla chiesa Madre | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Sul furto alla
chiesa Madre

giovedì 10 maggio 2018, 15:16   L'Opinione  

Letture: 7.497

di Giovanni La Mendola

Il furto perpetrato nella notte tra martedi 17 e mercoledi 18 aprile scorso, ha sconvolto la comunità della Chiesa Madre, le comunità parrocchiali di Bagheria, la cittadinanza tutta.

Mi Preme puntualizzare che: non è stato profanato il tabernacolo, non e stata profanata l’immagine di San Giuseppe con l’arredo votivo, ma per quanto riguarda la Chiesa è stato rubato tutto.

Chi ha perpetrato tale atto sacrilego, non ha rubato solo alla Chiesa Madre, ma a tutta Bagheria: alla Bagheria fedele, onesta, che crede nei valori della convivenza civile, della legalità, del rispetto delle persone, come delle cose di Dio.

E si, perché gli oggetti rubati sono espressione della devozione, della fede di intere generazioni di bagheresi.

Trafugandoli si è distrutta la memoria storica, devozionale,di segni preziosi dell’attaccamento filiale del popolo fedele di Bagheria alla Chiesa Madre.

Nella frase di un fedele leggo lo sgomento che ha pervaso tutti:: “ Parri è comu si avissiru rubatu a me casa”

La Chiesa Madre è la casa di tutti , perché è la casa di Dio.

Mi faccio dovere ringraziare sentitamente per le espressioni di solidarietà manifestata quanti si stanno concretamente attivando per un solidale contributo.

Domenica 22 aprile scorso, dopo la S. Messa vespertina, è stata convocata da me Parroco un assemblea di fedeli. Sono state presentate diverse proposte tutte degne di nota. Si è determinato:

  • L’ apertura di un conto corrente bancario per la raccolta delle offerte, intestato alla Parrocchia Natività della Beata Vergine Maria Chiesa Madre di Bagheria presso Banca Prossima con il seguente codice IBAN: IT90D0335967684510700295827;
  • Qualsiasi altra libera offerta fuori dai suddetti canali sia data al Parroco. In modo assoluto NESSUNO ha avuto incarico a reperire offerte fuori dai canali sopra indicati;
  • Allestire una lista di oggetti di primaria necessità, per il decoroso svolgimento delle celebrazioni liturgiche;
  • Mettere in cantiere lodevoli iniziative benefiche di gruppi per la raccolta fondi di cui a breve informeremo la cittadinanza;
  • Di ogni offerta pervenuta sarà fatto e divulgato rendiconto con la massima trasparenza e dell’ utilizzo delle somme per gli oggetti sacri acquistati.

Intanto, ancora una volta, esprimo unitamente alla comunità parrocchiale, il mio sentito grazie.

San Giuseppe protegga Bagheria

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.