f Bagheria. La Prefettura dissequestra l'area antistante il mercatino rionale | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. La Prefettura dissequestra l’area antistante il mercatino rionale

giovedì 7 giugno 2018, 09:29   Cronaca  

Letture: 32.256

di Martino Grasso

La Prefettura di Palermo ha revocato il provvedimento di sequestro dell’area adiacente il mercatino rionale di Bagheria, nei pressi di via Città di Palermo, che veniva adibito a parcheggio abusivo.Il provvedimento era stato effettuato dalla polizia stradale il 13 dicembre dello scorso anno.
Il proprietario dell’area, G.V. di 84 anni, ha presentato ricorso alla Prefettura, difeso dall’avvocato Maria Cristina Caruso (nella foto), sostenendo che l’area interessata non era pubblica ma privata e quindi non sussistevano le accuse che erano state mosse.
Dopo 5 mesi la Prefettura ha accolto il ricorso sostenendo che la violazione si limita “all’esercizio di posteggio pubblico di area privata sprovvista di autorizzazione da parte del Comune” e che quindi non andava sequestrato.
Il provvedimento è stato firmato dal vice prefetto Raffaele Chiarello.
L’area è stata quindi dissequestrata e restituita al proprietario.
L’uomo per tornare ad utilizzare l’area come posteggio, dovrà adesso chiedere l’autorizzazione al Comune per mettersi a posto.
“Mi auguro -sottolinea l’avvocato Maria Cristina Caruso- che l’amministrazione comunale autorizzi in tempi brevi l’autorimessa visto che si trova in un punto strategico del comune.”
L’avvocato inoltre aggiunge che è stato accertato che non c’era nessun bambino di 6 anni che veniva utilizzato come posteggiatore ma un ragazzo di 17 anni.
La circostanza della presenza di un bambino di 6 anni aveva fatto scalpore ma alla fine si è rivelata inesatta.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.