f Bagheria. Storia di Pietro Lo Monaco, giovane pedagogo del calcio | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Storia di Pietro Lo Monaco, giovane pedagogo del calcio

giovedì 21 giugno 2018, 10:00   Sport  

Letture: 10.548

di Pino Grasso

I successi della Fortitudo Bagheria passano sicuramente anche dai tecnici che si dedicano ai ragazzini, insegnando loro le basi del calcio. Tra questi Pietro Lo Monaco, in possesso di un patentino di allenatore giovani calciatori UEFA “Grassroots C license”, conseguito nel 2016 con ottimi risultati. Lo Monaco ricopre anche l’incarico, di responsabile tecnico regionale e osservatore per conto dell’Accademy Udinese ASD, oltre che di collaboratore tecnico per l’attività di base presso il comitato provinciale della FIGC di Palermo. Il giovane tecnico, con un passato di calciatore  nel settore giovanile della polisportiva Villabate, ha anche disputato campionati di calcio a 5 e calcio a 11, oltre che nel Villabate, anche nel Città di Palermo, Big Sport e Sant’Isidoro.
Nel suo palmares un successo nel 1996 nel campionato nazionale Juniores di calcio a 5 a Roma e nel 2010 con la S.S. Villabate quando arriva fino allo spareggio per la promozione. Nel 2007, appende le scarpe al chiodo e inizia la carriera di istruttore di calcio nel settore giovanile con la S.S. Vittoria di Villabate nella categoria esordienti. Nella stagione 2012/13 si cimenta come allenatore della squadra femminile ASI di calcio a 5 di Ficarazzi, per poi tornare a Villabate con gli esordienti.
Il tecnico è un appassionato del mondo del calcio e la sua voglia la trasmette ai più giovani a cui si dedica con tutto il suo essere. “Alla base di tutto pongo l’educazione dei ragazzi prima ancora di quelle tecnico-tattiche -afferma- ritengo pertanto basilare la collaborazione con i genitori che non debbono caricare di troppe responsabilità i propri figli. Pertanto sono da evitare atteggiamenti quali quelli di riversare su di loro i loro sogni infranti giovanili”.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.