f Bagheria. Il film "Mercurio" vince la 4° edizione di Animaphix a villa Cattolica | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Il film “Mercurio” vince la 4° edizione di Animaphix a villa Cattolica

martedì 24 luglio 2018, 09:49   Cultura  

Letture: 5.103

di Martino Grasso

Si è conclusa la quarta edizione del festival internazionale di cinema d’animazione Animaphix a villa Cattolica.
Per 5 giorni la sede del museo Guttuso è diventata polo culturale internazionale, ospitando numerosi artisti e visitatori arrivati da varie parti del mondo.Sono stati proiettati film, presentati libri e si sono avuti numerosi eventi collaterali, fra mostre ed esibizioni di musicisti.
Sono stati proposti 67 film, tra concorso e fuori concorso, provenienti da 13 Paesi di tutto il mondo.
La giuria composta da Hugh Welchman, Paola Bristot, Volker Schlecht,  premia “Mercurio” di Mchele Bernardi come migliore cortometraggio d’animazione internazionale.
“Il film che abbiamo scelto per il primo premio di Animaphix di quest’anno -si legge nella motivazione- ha impressionato tutti i membri della giuria per il suo approccio esteticamente piacevole e per la sua storia toccante. Mentre da un lato il film è sostenuto da una narrazione chiara ed emotiva, dall’altro prende il volo come un sogno sinuoso e pieno di immaginazione che si inserisce senza sforzo all’interno del film nel suo complesso. Il livello legato alla produzione è sempre alto e la musica lavora in simbiosi con la storia e le immagini, realizzando di fatto un film molto toccante, bello e stimolante”.
La menzione speciale va a “Strange Case” di Zbignew Czapla.
“Questo stupefacente monologo visivo non è solo un capolavoro nel suo ritmo dinamico, nel suo stile artistico e nella sua potente colonna sonora – il film “Strange Case” di Zbigniew Czapla dimostra il potenziale magico dell’animazione nel saper creare lo spazio e il movimento, un travolgente flusso di impressioni creato utilizzando solamente delle pennellate sulla carta”.
Il premio del pubblico va a “Inanimate” di Luca Bulgheroni. 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.