f Bagheria. In aumento i turisti arrivati a villa Palagonia per ammirare la "villa dei mostri" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. In aumento i turisti arrivati a villa Palagonia per ammirare la “villa dei mostri”

lunedì 17 settembre 2018, 09:35   Cultura  

Letture: 4.113

di Pino Grasso

Presenze da record a villa Palagonia, con oltre 300 anni di storia, famosa nel mondo per le sue grottesche statue che fanno capolino lungo le due esedre e per i racconti del Goethe quando ha soggiornato in Sicilia.Rispetto all’anno 2016 quando si registrarono 9.880, nel 2017 sono stati 13.200 i turisti che hanno varcato villa Palagonia che nel panorama culturale internazionale è l’emblema più importante di architettura barocca suburbana della Sicilia.
Dai primi dati di quest’anno, i biglietti staccati hanno superato quota 11.000 e pertanto negli auspici dell’amministratore Antonio Mineo si vorrebbe confermare il trend dello scorso anno.
“Nonostante tutte le difficoltà congenite ad un turismo non programmatico e organico -afferma Mineo- siamo riusciti ad attrarre, anche grazie ad un accordo con un’agenzia palermitana, alcuni gruppi di cittadini tedeschi.
Certo ci aspettavamo di più in questo anno di Palermo città della cultura, dopo che Bagheria era stata inclusa nel progetto presentato al Ministero della Cultura, ma in pratica alle iniziative sono stati coinvolti soltanto siti di Palermo e da noi sono arrivati turisti “fai da te”.
“L’amministrazione comunale da parte sua ci aiuta a sostenere alcune iniziative -continua Mineo- ma un vero e proprio progetto culturale non lo intravedo perché i politici non ci credono”.
Recentemente è stata inaugurata la mostra “Ossi” di Gianluca Concialdi e Francesco Surdi, organizzata dalla Galleria Adalberto Catanzaro con il patrocinio del Comune.
Altra manifestazione di grande spessore, il 21 settembre una visita guidata notturna in collaborazione con l’associazione “Terre d’Amare” e nel mese di novembre due serate nel corso delle quali saranno messi in mostra costumi del ‘700 e ‘800 a cura del Museo Mirto, mentre sono anche in itinere altre manifestazioni musicali in collaborazione con “Palermo classica”e con il Conservatorio di musica “Vincenzo Bellini”. Tutte le manifestazioni si svolgeranno all’interno della famosa sala degli specchi, dove furono girate alcune scene del film “Il gattopardo” di Luchino Visconti.
“Per accogliere i visitatori abbiamo acquistato 200 sedie -dice ancora l’amministratore- mentre continuano i lavori di riparazione e manutenzione che vengono finanziati con i proventi della vendita dei biglietti”. 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.