f Bagheria. Rinviati a giudizio il sindaco Cinque e tutti gli altri imputati | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Rinviati a giudizio il sindaco Cinque e tutti gli altri imputati

martedì 23 ottobre 2018, 20:38   Cronaca  

Letture: 19.755

Il Gup Ernesto Bencivinni ha accolto la richiesta della Procura di Termini Imerese, rinviando a giudizio il sindaco di Bagheria Patrizio Cinque e tutti gli altri imputati.

Il processo inizierà il 18 gennaio del prossimo anno.
L’accusa per il sindaco è falso ideologico, turbata libertà degli incanti, violazione del segreto d’ufficio e abuso d’ufficio.
A processo anche tutti gli altri indagati, mentre è stata stralciata e rinviata a novembre la posizione di Salvatore Asaro, che ha scelto il rito abbreviato.
L’inchiesta riguarda anche alcuni imprenditori, funzionari comunali, l’ex assessore ai Lavori pubblici, un vigile urbano e l’ex commissario della città metropolitana. Dopo la richiesta della Procura sono cominciate le discussioni dei legali. Il sindaco è difeso dagli avvocati Antonio D Leonardo e Vincenza Scardina che avevano chiesto il non luogo a procedere.“Alla luce di quanto stabilito da Guarnotta -spiegano i legali di Cinque- ci saremmo aspettati un ridimensionamento delle imputazioni di cui siamo convinti di dimostrare l’inconsistenza davanti al Tribunale”.
Tra le contestazioni fatte dagli inquirenti a Cinque ci sono le presunte pressioni sull’ex commissario della città metropolitana, Manlio Munafò, anche lui rinviato a giudizio, perchè il palazzetto sportivo di Bagheria fosse affidato in partnership al Comune e all’associazione Nuova Aquila Palermo.
Il sindaco ha sempre negato qualunque intenzione di gestire la struttura con l’associazione privata, sostenendo di aver chiesto negli anni l’affidamento del palazzetto ai comuni con Bagheria capofila e non ai privati. Tanto da aver presentato la busta per la manifestazione di interesse fuori termine.
Tra gli indagati amministratori, imprenditori e funzionati. Nell’elenco l’assessore ai Lavori pubblici Fabio Atanasio, 39 anni, gli imprenditori Raimondo Giammanco, 37 anni, e Michele Raspanti, 44 anni; Manlio Munafo’, ex commissario straordinario della Citta’ metropolitana di Palermo, Salvatore Rappa, 48 anni, impiegato e presidente alla societa’ sportiva “Aquila Nuova”; Domenico Chiappone, 50 anni, ispettore capo della Polizia municipale presso il Comando di Bagheria; Onofrio Lisuzzo, 56 anni, responsabile apicale Direzione VIII del Comune di Bagheria; Romolo Salvatore Maggio, 49 anni, responsabile di servizio presso il Comune di Bagheria; Maria Tiziana Marino, 46 anni, Angela Battaglia, 51 anni, Maria Luisa Aiello, 55 anni; Antonina Di Leonardo, 63 anni, Giuseppina Pia Di Martino, 44 anni, Salvatore Asaro, 78 anni, imprenditore;  Marco Gelsomino, 50 anni, Angela Rizzo, Francesca Paola Abbate, 54 anni, Giovanni Sorci, 62 anni, Caterina Finocchiaro e Giuseppina Buttitta, 46 anni. 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.