f Ficarazzi Rapina violenta ai danni della titolare di una tabaccheria | LaVoceDiBagheria.it Skin ADV

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Ficarazzi Rapina violenta ai danni della titolare di una tabaccheria

lunedì 19 novembre 2018, 20:40   Cronaca  

Letture: 17.766

di Martino Grasso

Rapina violenta ai danni della titolare di una tabaccheria di Ficarazzi. I fatti si sono verificati sabato sera.La rapina avrebbe fruttato 20 mila euro in contanti. Gli autori sono entrati in azione intorno alle 21,30 nell’abitazione della titolare che abita al piano superiore della tabaccheria, in corso Umberto.
Secondo una prima ricostruzione, è stata una banda composta da 3 persone, incappucciate, i cui componenti erano armati di pistola. I tre sono penetrati dal retro dell’abitazione, attraverso il giardino e un’impalcatura.
Per i banditi è stato facile penetrare nell’abitazione e sotto la minaccia delle armi mettere a segno il colpo.
Al momento della rapina erano presenti l’anziana donna e due figli.
Tutti sono stai immobilizzati. L’episodio si è consumato intorno alle 21,30, quando la tabaccheria era chiusa al pubblico.
Nella casa avrebbero portato via i contanti, frutto dell’incasso della giornata e due cellulari.
Secondo quanto riferito dalle vittime i malviventi non sono entrati nell’esercizio commerciale.
I tre subito dopo sono riusciti a liberarsi e chiedere aiuto.
Una volta scappati i rapinatori sono riusciti a chiamare la polizia. Due le volanti del commissariato di polizia di Bagheria sono arrivate sul posto insieme ai sanitari del 118 che hanno prestato le cure del caso.
Gli agenti oltre ad ascoltato il racconto della donna hanno acquisito le immagini di alcune telecamere per capire se dalla visione è possibile risalire all’identità degli autori della rapina.
che potrebbero aver ripreso l’assalto e la fuga della banda.
Quella di sabato non è la prima rapina che viene messa a segno ai danni dei titolari della tabaccheria di corso Umberto.
Lo scorso anno un’altra rapina venne compiuta, e pare che in quel caso il bottino fosse stato molto più cospicuo: intorno a 100 mila euro.
In quel caso vennero arrestati due giovani palermitani che dopo aver disattivato il sistema di videosorveglianza e forzato la saracinesca, stavano cercando di entrare dentro e fare razzia. L’anno precedente, nel 2016, venne messa a segno una rapina come quella di sabato scorso.
In quell’occasione entrarono in azione due giovani a volto coperto che dopo avere fatto irruzione chiusero la titolare in una stanza e portarono via l’incasso.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.