f z-Box 1 | La Voce Di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Tutti gli articoli della categoria z-Box 1

 

Sit-in dei 144 ex operai del gruppo Aiello alla Prefettura. Aspettano delle mensilità

mercoledì 18 Settembre 2019, 09:11  

Licenziati da 3 anni, attendono ancora le mensilità maturate durante la gestione giudiziaria, per un valore complessivo di oltre un milione e trecento mila euro.
Sono i 144 ex dipendenti dei lavoratori delle tre aziende di Bagheria confiscate negli scorsi anni all’ex ingegnere Michele Aiello: Ati Group, Emar e Ediltecnica.
E oggi davanti alla Prefettura, saranno davanti alla Prefettura di Palermo per fare sentite la loro voce. Non è escluso un incontro con il prefetto Antonella De Miro.
Il licenziamento scattò nell’agosto del 2016, dopo mesi di promesse, lotte, scioperi e sit in.
La Fillea Cgil chiede di riaprire il confronto con l’Agenzia nazionale dei beni confiscati, con cui da quasi un anno si è interrotta l’interlocuzione, per affrontare la situazione critica in cui si trovano i lavoratori.
Con una nota il segretario generale della Fillea Cgil Piero Ceraulo sottolinea che “per far ripartire il confronto, abbiamo ripetutamente chiesto un incontro in Prefettura. Domani mattina (oggi ndr), spontaneamente, assieme al gruppo dei lavoratori delle tre aziende confiscate, saremo in sit-in davanti alla Prefettura per chiedere che si velocizzi l’iter di vendita dei beni mobili e immobili della società, in modo da consentire il pagamento delle mensilità e degli oneri previdenziali e contributivi maturati ai lavoratori”.

 

La guardia costiera di Porticello bonifica un’area
a mare da ordigni bellici

giovedì 13 Giugno 2019, 16:13  

Gli uomini della capitaneria di Porto di Porticello hanno effettuato delle operazioni di bonifica, dopo che alcuni bagnanti avevano ritrovato degli ordigni bellici sul mare antistante la costa di Altavilla Milicia.

 

Bagheria. Dissequestrato l’autoparco. Si dovranno effettuare i lavori richiesti

mercoledì 5 Giugno 2019, 18:42  

di Martino Grasso

E’ stato dissequestrato l’autoparco comunale che sorge i contrada Incorvino.
La notizia è arrivata nel pomeriggio di ieri. Il provvedimento è stato disposto dal gip della Procura di Termini Imerese Michele Guarnotta.
Il giudice per le indagini preliminari ha accolto la richiesta presentata dai legali del Comune.
Il dissequestro è stato disposto per “l’esercizio temporaneo di opere indifferibili ed urgenti per la salute pubblica”.
In altre parole il Comune dovrà effettuare tutti i lavori che non erano stati effettuati e che avevano indotto la Procura a chiudere l’impianto. Nel corso di alcuni sopralluoghi, infatti, erano state riscontrate delle criticità legate alla sicurezza e alla pulizia dei locali.
“Collaboreremo in ogni modo con la Procura e con gli organi inquirenti -ha commentato il sindaco Filippo Tripoli– Intanto sin da subito partiranno le operazioni per la messa in ripristino e riqualificazione dell’autoparco”.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Bagheria. Lite fra un utente e un medico al pronto soccorso. Interviene la polizia

sabato 25 Maggio 2019, 12:01  

Momenti di tensione ieri sera al Pronto soccorso di via Papa Giovanni a Bagheria.
Un uomo di 59 anni e un medico di 50 anni, avrebbero dato vita ad una discussione molto accesa, al punto di fare intervenire gli agenti del commissariato di polizia.

 

Anche Bagheria ricorda la strage di Capaci. Le iniziative organizzate oggi

giovedì 23 Maggio 2019, 10:00  

Ricorre oggi il triste anniversario della strage d Capaci, dove il 23 maggio 2019 la mafia uccise il giudice Giovanni Falcone, la moglie, il magistrato Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifano, Rocco Di Cillo e Antonio Montinaro.

 

Auto in fiamme nei pressi dello svincolo di Bagheria sulla Pa-Ct. Nessun ferito

lunedì 20 Maggio 2019, 15:08  

Un’auto è andata a fuoco, questa mattina intorno alle 10, mentre percorreva l’autostrada Palermo-Catania, subito dopo lo svincolo di Bagheria.

 

Intervista al sindaco Tripoli “potenzieremo differenziata e servizio idrico”

martedì 30 Aprile 2019, 10:59  

di Pino Grasso

La città ha votato il cambiamento e sceglie Filippo Maria Tripoli come primo cittadino che succede al rappresentante del Movimento cinque stelle Patrizio Cinque. Un uomo molto conosciuto in città che ha saputo coagulare attorno a se una serie di sensibilità che vanno dal centro destra al centro sinistra ed altri esponenti della società civile. Tripoli, 39 anni il prossimo settembre, già consigliere comunale uscente, nonché diverse volte assessore, vanta una grande competenza politica, ereditata dal nonno materno, Filippo Speciale che fu sindaco di Bagheria due volte negli anni Sessanta dal 1 dicembre 1960 al 24 luglio 1961 e Settanta dal 4 febbraio 1978 al 4 settembre 1979.
Saputo della vittoria al primo turno, il neo sindaco si è recato in chiesa Madre per ringraziare il santo patrono San Giuseppe e la Vergine Immacolata.
“La città ha bisogno di aiuti anche al di fuori della politica – afferma il neo sindaco – e per un credente cattolico come me era la prima cosa da fare”.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Bagheria. La Regione rende pubblici i seggi da ripartire per il consiglio comuale

lunedì 29 Aprile 2019, 15:05  

Il nuovo consiglio comunale sarà composto da 24 componenti e non più 30, come nella passata consiliatura.

 

La bagherese Maria Saeli candidata alle elezioni europee con la lista +Europa

giovedì 18 Aprile 2019, 19:32  

La bagherese Maria Saeli, 30 anni, è candidata alle prossime elezioni europee nella lista “+Europa”.
Maria Saeli, presidente de i Coraggiosi è laureata in storia dell’arte, un’altra laurea in giurisprudenza in corso, lavora nel campo del marketing e delle vendite immobiliari e s progetti in campo culturale.

 

Stava rubando limoni nei pressi della casa della
tragedia del 3 novembre

martedì 2 Aprile 2019, 14:45  

Aveva già sottratto circa 350 chilogrammi di limoni ed era intento a continuare l’azione, in un terreno a ridosso della casa in cui il 3 novembre dello scorso anno sono morte 9 persone, nel territorio di Casteldaccia.

 

Casteldaccia. Ladri in azione in contrada Dogali dopo la tragedia del 3 novembre

sabato 16 Marzo 2019, 11:28  

Ladri in azione in contrada Dogali Cavallaro, tristemente famosa per la morte di 9 persone, a seguito dell’esondazione del fiume Milicia, avvenuta il 3 novembre dello scorso anno.

 

Bagheria. Un lenzuolo con le impronte, contro la violenza sulle donna, alla Caritas

sabato 9 Marzo 2019, 10:59  

di Pino Grasso

Storie di violenza all’interno delle mura domestiche nei confronti delle donne sono affrontate quasi giornalmente dalla Caritas cittadina che assicura il proprio sostegno a coloro che vi si rivolgono.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

 

 

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 34)