f In Evidenza | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Tutti gli articoli della categoria In Evidenza

 

Bagheria. Rifatte 8 statue in cera alla Certosa
grazie al professore Pietro Piraino (foto)

sabato 20 gennaio 2018, 10:28  

di Martino Grasso

Sono 8 le statue di cera, dell’antico museo delle cere della Certosa di villa Butera, tornate a vivere grazie al professore Pietro Piraino.
Da anni il professore si dedica alla riproduzione delle statue che un tempo abbellivano l’antico museo delle cere, meta di numerosissimi viaggiatori nell’ottocento e nei primi del novecento, prima che la struttura subisse dei crolli notevoli e le cere venissero trafugate.
Da circa 4 anni la struttura ospita il museo del giocattolo del professore Pietro Piraino che ha anche deciso di riprodurre le statue di cera che abbellivano la Certosa.
Negli ultimi anni ha rifatto, liberamente tratte da alcune foto dell’epoca, le statue del principe Branciforti, Ferdinando IV e la moglie Carolina, intenti a mangiare, il re di Francia, un fratacchione, i due amanti Adelaide e Comingio e per ultimo il servo Kamir intento a spazzare.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Santa Flavia. Restano gravi le condizioni del giovane investito. Si cerca l’autore dell’incidente

martedì 2 gennaio 2018, 12:17  

E’ stabile anche se versa ancora in gravi condizioni il giovane investito sabato scorso mentre stava uscendo, a piedi, da casa, lungo la strada statale 113, nei pressi dell’incrocio di Santa Flavia.
G.O. di 19 anni, si trova attualmente ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale Civico di Palermo.
Quella sera, il giovane, intorno alle 23,00, dopo avere fatto pochi passi da casa sua, è stato travolto da un’auto che sopraggiungeva da Casteldaccia, in direzione Palermo.
L’auto non lo avrà visto e lo ha preso in pieno. 
L’automobilista però anzichè fermarsi e prestare soccorso, come previsto dal Codice della strada, è fuggito via.
Il giovane è stato soccorso e condotto in gravi condizioni all’ospedale Civico di Palermo.
Sull’episodio stanno indagando i carabinieri di Bagheria. 
Bisogna capire se all’incidente ha assistito qualcuno che possa dare delle informazioni utili per riuscire a risalire all’identità dell’automobilista.
La vicenda viene monitorata continuamente anche dal sindaco di Santa Flavia Salvo Sanfilippo. 

 

Bagheria. Danneggiato dal fuoco un portoncino
e una saracinesca. La polizia ferma una persona

giovedì 14 dicembre 2017, 14:42  

Il portoncino di ingresso e la saracinesca dell’abitazione di due anziani sono stati danneggiati dal fuoco.
Sono stati i vicini di casa a spegnere le fiamme.
L’inquietante episodio è avvenuto questa mattina, intorno alle 12,00, in via Francesco Crispi, nel centro storico della città, a pochi metri da via Ciro Scianna.
La casa è abitata da due anziani coniugi, di 72 anni e 70 anni, uno dei quali disabile. 
Sull’episodio stanno indagando gli agenti del commissariato di polizia di Bagheria che hanno fermato una donna, vicina di casa dei due, che aveva rapporti di lavoro. 
Si stanno cercando di visionare alcune telecamere per capire con esattezza cosa è accaduto.

 

Bagheria. Cambia sede il Centro per l’impiego. Disposto il trasferimento in via Pittalà

lunedì 4 dicembre 2017, 10:19  

di Pino Grasso

 L’Ufficio provinciale del lavoro, si trasferisce nei locali di via Pittalà all’angolo con corso Butera e via Scaduto.
Lo prevede una disposizione dell’amministrazione comunale che ha in corso il trasferimento di sede di alcuni uffici comunali al fine di economizzare sulle spese per gli affitti dei locali e meglio organizzare la gestione dei servizi all’utenza. Da tempo gli impiegati chiedevano una sistemazione migliore di quella precedente, dove i locali erano angusti, senza i comfort necessari e dove soprattutto non si riusciva a garantire la privacy a coloro che si rivolgevano agli sportelli in cerca di lavoro. I locali infatti, non erano ritenuti idonei.
A denunciarlo con una nota, le organizzazioni sindacali Fapi, Fildi e Csl che temevano la chiusura dell’ufficio collocamento di Bagheria e il suo trasferimento a Palermo. A tal fine le organizzazioni sindacali avevano presentato una interrogazione all’assessore al Lavoro della Regione siciliana, per sapere se fosse a conoscenza del fatto che l’Ufficio provinciale del lavoro aveva richiesto da tempo per il Comune di Bagheria una sede adeguata allo svolgimento della propria attività d’ufficio e rispondesse al vero che fosse stata impartita una disposizione finalizzata alla chiusura dello stesso ufficio.
Il sindaco Patrizio Cinque, a seguito di un incontro svoltosi lo scorso novembre presso gli uffici regionali in presenza dei rappresentanti del Centro per l’impiego, si era impegnato a fornire la disponibilità di immobili confiscati alla mafia che potevano avere le caratteristiche idonee ad ospitare tali uffici. Nella stessa circostanza il sindaco si dichiarava disponibile ad un sopralluogo congiunto con i funzionari ed i tecnici regionali al fine di verificare le caratteristiche degli immobili. Adesso dopo il via libera della Regione. È stato disposto il trasferimento in via Pittalà e cioè in una zona centrale della città che i lavoratori possono raggiungere con estrema facilità.
Gli altri uffici che sono stato trasferiti sono il servizio demografico che ha lasciato i locali di via Pittalà ed  andato al piano terra del Municipio centrale, in corso Umberto I.

 

Elezioni regionali. Per gli exit poll Musumeci avanti su Cancelleri. Alle 8,00 lo spoglio

domenica 5 novembre 2017, 22:25  

Si sono chiuse alle 22,00 le operazioni di voto per le elezioni regionali. Lo spoglio inizierà domani mattina alle 8,00.
Sono stati diffusi gli exit poll  e come era previsto, sarà un testa a testa fra Nello Musumeci del centro destra e Giancarlo Cancelleri del movimento 5 stelle.
Secondo Piepoli, che ha curato la rilevazione per la Rai, Musumeci è in testa con una percentuale compresa tra il 35 e il 39 Secondo, mentre Cancelleri sarebbe staccato con un dato compreso tra il 33 e il 37.
Staccati i due candidati della sinistra, che si presentava divisa. Fabrizio Micari si attesterebbe tra il 16 e il 20 mentre Claudio Fava è accreditato di un risultato tra il 7 e l’11.
Si tratta di exit poll, per i dati reali bisognerà attendere domani. Lo spoglio comincerà dalle otto del mattino. L’affluenza alle urne è stata bassa e dovrebbe attestarsi più o meno intorno al dato di cinque anni fa, quando più di un elettore su due disertò le urne.

 

Elezioni regionali in Sicilia. Quando e
come si vota. Indicazioni utili per gli elettori

sabato 4 novembre 2017, 08:55  

Domenica 5 novembre circa 4 milioni e 600 mila siciliani sono chiamati a votare per il prossimo presidente della Regione e per rinnovare l’Assemblea regionale siciliana (Ars).
I deputati all’Ars saranno in tutto 70, non più 90 (modifiche introdotte dalla legge costituzionale n. 2 del 7 febbraio 2013). Le urne saranno aperte a partire dalle 8 fino alle 22, mentre le operazioni di scrutinio si svolgeranno a partire dalle 8 di lunedì 6 novembre nelle 5.304 sezioni elettorali allestite nell’Isola. 
Un seggio in Parlamento spetta al presidente della Regione, un altro al secondo arrivato alle consultazioni. 62 seggi vanno invece ripartiti col proporzionale, tenendo presente che la soglia di sbarramento per i collegi è del 5% nell’intera Regione. I restanti 6 seggi se la coalizione vincente ha ottenuto nei collegi provinciali 42 eletti all’Ars allora saranno ripartiti su base regionale. Se invece la coalizione vincente non avrà raggiunto la quota di 42 deputati, i 6 verranno nominati direttamente dal listino del presidente (composto al massimo da 7 candidati). Una sorta di premio di maggioranza per garantire la stabilità in Assemblea.

 

Arrestate 4 persone fra Bagheria e Bergamo per
la truffa delle pietre preziose ad anziani (foto)

venerdì 20 ottobre 2017, 09:08  

Per i carabinieri di Bagheria sarebbero loro ad avere messo a segno numerose truffe ai danni di anziani di Bagheria e Ficarazzi nei mesi scorsi. E così 4 persone sono state arrestate fra Palermo e Osio Sotto, in provincia di Bergamo.
La misura cautelare degli arresti domiciliari, è stata emessa del Gip presso il Tribunale di Termini Imerese, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 4 soggetti, che tra Bagheria e Ficarazzi, nel periodo compreso tra agosto e settembre scorsi, si sono resi responsabili di truffe aggravate nei confronti di persone anziane.
In manette sono finiti: Massimiliano Billeci, di 45 anni, Vincenzo Cannatella, di 37 anni, Matteo Li Causi, di 49 anni 49 e Attilio Immesi, di 45 anni, tutti con precedenti.
I quattro mettevano a segno la “truffa delle pietre preziose” la cui modalità è sempre la stessa, già riscontrata altrove negli ultimi anni: dopo aver individuato con attenzione la possibile vittima,  il gruppo criminale andava in “scena”, interpretando diversi ruoli al fine di indurre in errore il malcapitato, così facendosi consegnare una somma di denaro quale quota di partecipazione all’acquisto di finte pietre preziose, valutale da un presunto esperto gemmologo pronto a certificarne il valore assai elevato.

 

Regionali. Otto i candidati alla Presidenza: 6 di Bagheria, 2 di Casteldaccia

sabato 7 ottobre 2017, 10:41  

I candidati presidente della Regione sono otto: Fabrizio Micari candidato del centro sinistra sarà sostenuto dalle liste di Pd, Pdr-Sicilia Futura, Alternativa popolare-Centristi per Micari e ‘Micari Presidente’. Nello Musumeci candidato di centrodestra sarà sostenuto dalle liste apparentate di Forza Italia, Fdi-Noi con Salvini, Idea Sicilia di Roberto Lagalla, il suo movimento, Diventerà Bellissima e Udc, Giancarlo Cancelleri con la lista del Movimento Cinque Stelle; Claudio Fava con la lista  ‘Cento passi per la Sicilia’,  Franco Busalacchi con ‘Noi siciliani’ per Busalacchi; Roberto La Rosa con ‘Siciliani liberi’ per Roberto La Rosa, Piera Maria Lo Iacono della lista civica per il lavoro e Pierluigi Reale, con la lista Casa Pound.
Le liste presentate sono invece 14.
I bagheresi candidati all’Ars sono 6, 2 i candidati residenti a Casteldaccia e 1 a Ficarazzi.

 

Elezioni regionali. Molti i candidati bagheresi e del circondario. I nomi

mercoledì 27 settembre 2017, 08:57  

di Martino Grasso

Aumenta di giorno in giorno il drappello dei bagheresi e dei residenti nei paesi limitrofi candidati alle prossime elezioni regionali del 5 novembre. 

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Termini Imerese. Iniziati gli interrogatori al Tribunale per i bagheresi indagati dalla Procura

lunedì 25 settembre 2017, 15:14  

Hanno preso il via oggi e proseguiranno domani, gli interrogatori di garanzia degli indagati nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Termini Imerese.
Questa mattina al tribunale sono arrivati molti degli indagati, fra cui anche il sindaco Patrizio Cinque accompagnato dai sui avvocati. Davanti al palazzo di giustizia numerose persone e qualche curioso.
Bocche cucite da parte di tutte le persone coinvolte. Il sindaco ha risposto alle risposte del gip Michele Guarnotta. L’interogatorio  durato circa 2 ore.
Gli avvocati hanno chiesto la revoca delle misure cautelari (l’obbligo di firma).
Ricordiamo che gli indagati sono oltre al sindaco Patrizio Cinque, per il quale  stata disposta la misura cautela dell’obbligo di firma, l’assessore all’igiene Fabio Atanasio, l’ex commissario della Provincia di Palermo Manlio  Munafò, 2 imprenditori e una decina di dipendenti comunali.

 

La polizia di Bagheria ha sequestrato
una gru in un cantiere nautico a Porticello

martedì 25 luglio 2017, 12:54  

Gli agenti del commissariato di polizia di Bagheria hanno avviato numerosi accertamenti di natura amministrativa.
I poliziotti del commissariato del reparto prevenzione crimine, con l’ausilio di personale della Guardia Costiera – Ufficio Circondariale di Porticello e Compagnia della Guardia di Finanza di Bagheria, hanno effettuato servizi di controllo volti all’accertamento di irregolarità nei cantieri nautici adibiti al rimessaggio dei natanti.
Nello specifico, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria il titolare di un cantiere nautico di Porticello, all’interno del quale è stata riscontrata la presenza di una gru (sottoposta a sequestro penale) ancorata su demanio pubblico, priva di passaggio di proprietà, di assicurazione, di scheda tecnica e senza alcuna autorizzazione da parte dell’Asp ai fini della sicurezza sui luoghi di lavoro. Al titolare del cantiere sono state, inoltre, contestate violazioni riguardanti l’occupazione abusiva di suolo pubblico demaniale in eccesso rispetto alla concessione e la mancanza dei registri di locazione delle imbarcazioni presenti, circa 70.

 

25 anni fa la mafia uccideva Paolo Borsellino.
Le iniziative organizzate a Palermo e Bagheria

mercoledì 19 luglio 2017, 10:13  

Ancora un triste anniversario da ricordare.
Il 19 luglio del 1992,
venne ucciso Paolo Borsellino e 5 agenti di scorta, in via D’Amelio.
Nel 25simo anniversario della strage sono molte le iniziative a Palermo e provincia, compresa Bagheria.
Alle 20,30 una fiaccolata partirà alle 20.30 a Palermo da piazza Vittorio Veneto. Attraverserà via Libertà, via Autonomia Siciliana e arriverà in via D’Amelio dove verrà deposto un tricolore e intonato l’inno nazionale.
Come ogni anno sarà un corteo silenzioso e senza comizi finali, nel rispetto della sobrietà che contraddistinse in vita Paolo Borsellino. a Palermo, dicono “Comunità ’92” (coordinamento che unisce le varie anime della destra siciliana) e “Forum XIX Luglio” cartello che raggruppa trasversalmente associazioni e movimenti.