f In Evidenza | La Voce Di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Tutti gli articoli della categoria In Evidenza

 

Bagheria. Donato al Comune un defibrillatore da 4 associazioni: Rotary,Fidapa,Lions,Inner Wheel

martedì 25 Giugno 2019, 09:21  

La città di Bagheria avrà a disposizione un defibrillatore, uno strumento che spesso può salvare la vita a chi ha problemi cardiaci.
L’importante strumento medico è stato donato da 4 associazioni private che operano a Bagheria: Rotary club, Fidapa, Lions, Inner Wheel.
I rappresentanti delle associazioni hanno incontrato il sindaco di Bagheria, Filippo Tripoli e l’assessore al Personale Maurizio Lo Galbo, per donare al Comune, il defibrillatore che sarà sistemato a Palazzo Ugdulena. 
I defibrillatori si possono trovare in diversi luoghi pubblici, a partire dai luoghi di svago fino alle stazioni ferroviarie e oggi arriva anche al Comune di Bagheria grazie ai club cittadini.
“La scelta del posizionamento a palazzo Ugdulena -sottolinea il sindaco Tripoli- nasce dal fatto che su corso Umberto transita tanta gente ed in caso di bisogno, il cittadino che sta male potrebbe  facilmente essere raggiunto, oltre alla sicurezza del personale municipale”.

 

Fermati 3 ladri di autoradio a Bagheria e nel posteggio del centro commerciale Forum

venerdì 10 Maggio 2019, 14:54  

Ladri di autoradio in azione a Bagheria e al centro commerciale Forum.
Sembra essere tornato di moda il tipo di furto che nel tempo era scomparso.
Gli agenti del commissariato anno arrestato un giovane di 26 anni sorpreso all’interno di un’auto posteggiata in via Perosi.
A segnalare la presenza dell’uomo è stata una chiamata  in piena notte al “113” che denunciava la presenza sospetta di un malvivente all’interno dell’abitacolo di una vettura regolarmente parcheggiata.
I poliziotti della volante del Commissariato di Bagheria, intervenuti immediatamente sul posto, hanno così sorpreso il bagherese Benedetto Alessandro Ferlito all’interno dell’abitacolo quando aveva già smontato l’altoparlante e l’autoradio ed era alle prese con il blocco “volante”; per perpetrare il furto aveva forzato la portiera utilizzando dei cacciavite ed altri strumenti di effrazione che sono stati rinvenuti e sequestrati dagli agenti.

 

Firmata l’ordinanza di divieto di balneazione
di alcune spiagge della costa bagherese

lunedì 6 Maggio 2019, 08:47  

di Pino Grasso

Stagione balneare a rischio per la frazione marinara di Aspra.
Il neo sindaco Filippo Tripoli, suo malgrado, ha dovuto firmare la sua prima ordinanza di divieto di divieto di balneazione in diverse spiagge dove i bagheresi e i villeggianti scelgono di trascorrere le giornate estive. Le zone interdette temporaneamente alla balneazione per inquinamento, come risulta dal portale delle acque del Ministero della salute, sono quelle a 100 metri Est del fiume Eleuterio per una lunghezza di 300 metri, a 200 metri Ovest del piazzale Prime Rocche per una lunghezza di 600 metri la spiaggia a 300 metri Est del “Sarello” per una lunghezza di 1.590 metri che risulta pure temporaneamente vietata per inquinamento.
Il sindaco come gli altri dei Comuni rivieraschi sono tenuti ad adottare tutti i provvedimenti di competenza, ivi compreso quello dell’affissione dei cartelli metallici di divieto della balneazione in numero adeguato e  posizionati  in aree  facilmente  visibili, i cui contenuti devono essere espressi almeno in due lingue.

 

Bagheria. Filippo Tripoli allunga su Gino
Di Stefano, raggiungendo il 46,61% (20 su 55)

lunedì 29 Aprile 2019, 02:39  

Filippo Tripoli allunga su Gino Di Stefano. Il dato emerge con lo scrutinio definitivo di 20 sezioni su 55.
Se il risultato venisse confermato Tripoli potrebbe addirittura vincere al primo turno, superando il 40%.
Staccati Romina Aiello del movimento 5 stelle, Antonio Belvedere della lista “Cento passi per Aspra e Bagheria” e a seguire Alessandra Iannì.
Le schede scrutinate alle 3,01 danno questi risultati:
Tripoli 4.421 (46,61%) 
Di Stefano 4.140 (32,46%) 
Aiello 1.093 (11,25%) 
Belvedere 462 (4,95%)
Iannì 461 (4,73$).

Crolla il Movimento 5 stelle che 5 anni fa con Patrizio Cinque era risultato il più votato al primo turno e poi aveva vinto il ballottaggio contro Daniele Vella. 
Ma il dato che dovrebbe fare riflettere è relativo all’affluenza con il 58,84%, ossia poco più della metà.
Ciò significa che un bagherese su due non ha votato.
Nel 2014 aveva votato il 63,84%. Quest’anno il voto si è ulteriormente abbassato. 

 

Bagheria. Dalle schede scrutinate Filippo Tripoli avanti su Di Stefano. Poi Aiello, Belvedere e Ianni

domenica 28 Aprile 2019, 23:15  

ore 01,10
Dalla metà delle schede scrutinate Filippo Tripoli è nettamente avanti.
Le percentuali sono:
Tripoli 41,03%, Di Stefano 32,6%, Aiello 14,3%, Belvedere 8,2%, Iannì 4,3%.
ore 00,49
Dalle schede scrutinate Filippo Tripoli è avanti su Gino Di Stefano. Staccati gli altri.
Finora si attesta intorno al 42%.
ore 00,27
Dati definitivi sezione 24
Tripoli 169, Di Stefano 122, Aiello 56, Belvedere 33, Iannì 20
ore 00,22
Dati definitivi sezione 5
Tripoli 178 Di Stefano 116 Aiello 50 Belvedere 30 Ianni 14
Ore 00,11 
Dati parziali sezione 5
Tripoli 150 Di Stefano 90 Aiello 44 Belvedere 25 Ianni 12
Ore 23,48
Dalle prime schede scrutinate c’è un testa a testa fra Filippo Tripoli e Gino Di Stefano.
Staccati Romina Aiello, Alessandra Iannì e Antonio Belvedere.
Aggiornamenti
Si sono chiuse alle 23 le operazioni di voto. E’ iniziato lo spoglio nelle 55 sezioni.
L’affluenza rispetto al 2014  è bassa: 58,84%.
Nel 2014 votò il 63,84 %.
Alle 19,00 hanno votato 22.238  bagheresi  (di cui 11.206 donne 46,50%  e 11.032 uomini 44,33%), per una percentuale totale pari al 45,38%.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Bagheria. Aperti i seggi. Si vota fino alle 23,00.
Aggiornamenti del nostro sito in tempo reale

sabato 27 Aprile 2019, 09:09  

Si sono aperti  i seggi per l’elezione del Sindaco e del Consiglio comunale di Bagheria.
Si vota fino alle 23,00, quando inizierà lo spoglio delle schede.
Gli elettori sono 49.004, di cui 25.277 donne e 23.727 uomini.
Nel 2014 hanno votato 31.153 con una percentuale del 63,85%.
L’elettore dovrà presentarsi al seggio elettorale con un documento di identità valido e la tessera elettorale. 
Chi non ha o ha smarrito la tessera può richiederla all’ufficio elettorale, in corso Umberto, 165. 
In merito alle modalità di voto.
L’elettore può
votare un candidato sindaco e la lista collegata, votare una lista, ed in questo caso il voto si estende  al candidato sindaco collegato, votare un candidato sindaco, e in questo caso il voto non si estende alla lista o alle liste che lo sostengono, votare un candidato sindaco e una delle liste non collegate (cosiddetto “voto disgiunto”). 
L’elettore può esprimere per il consiglio comunale un massimo di due preferenze della stessa lista indicando il cognome, oppure nome e cognome in caso di omonimia.

 

Bagheria. I candidati a sindaco hanno parlato
di legalità e lotta alla mafia nell’aula consiliare

domenica 14 Aprile 2019, 09:29  

di Martino Grasso

I cinque candidati alla carica di sindaco d Bagheria, in vista delle elezioni comunali del 28 aprile, si sono confrontati sui temi della legalità e alla lotta alla mafia.
L’incontro si è svolto nell’aula consiliare del comune di Bagheria su iniziativa del centro studi Pio La Torre.
Ed è stato il presidente Vito Lo Monaco ad introdurre i temi che sarebbero stati affrontati e che poi ha sottoposto le domande a Gino Di Stefano, Antonio Belvedere, Romina Aiello, Alessandra Iannì e Filippo Tripoli.
Vito Lo Monaco ha sottolineato l’importanza in una città come Bagheria che “stato uno dei vertici del tristemente famoso triangolo della morte, quando all’inizio degli anni 80 vennero uccise tante persone.”
Lo Monaco ha aggiunto che un politico non può “sostenere che la mafia fa schifo e poi avere problemi giudiziari (facendo riferimento all’ex presidente della Regione Totò Cuffaro ndr)”.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Bagheria. Chiusa da 13 anni. Riprendono
i lavori per il recupero della scuola “Gramsci”

sabato 30 Marzo 2019, 18:11  

Prendono il via lunedì i lavori di ripristino della scuola Gramsci.
E sempre lunedì, alle ore 10,00,  avrà luogo una conferenza stampa in occasione dell’inizio lavori.
La scuola Gramsci è chiusa da oltre 15 anni. 
Nel corso degli ultimi anni  nato anche un comitato di genitori a favore della ricostruzione della struttura.
Lunedì la ditta incaricata inizierà i lavori per la riqualificazione, la manutenzione straordinaria e l’adeguamento strutturale del plesso scolastico.
Saranno presenti alla conferenza stampa che si terrà sul posto, in via Gramsci, 10, dove alle ore 7 del mattino prenderanno il via i lavori, il sindaco di Bagheria Patrizio Cinque, la presidente del comitato per il Gramsci, Antonella Lo Buglio, la vicepresidente Rosa Di Salvo ed il Segretario Federica Zeppillo e la dirigente scolastica dell’istituto per illustrare alla stampa le vari fasi dell’iter che restituirà la scuola agli studenti de V circolo.

 

Bagheria. Identificato il cadavere dell’uomo
ritrovato a Mongerbino. Era di un fioraio

giovedì 28 Febbraio 2019, 12:53  

di Martino Grasso

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

E’ stato identificato l’uomo ritrovato morto questa mattina lungo la strada litoranea che collega Aspra con Porticello.
Si tratta di Vincenzo Pezzano di 55 anni, fioraio, residente a Misilmeri. 
L’uomo si sarebbe allontanato ieri sera da casa, come faceva spesso, ma non aveva fatto rientro.
Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l’uomo sarebbe uscito di casa per cercare dei rami o delle foglie per fare delle composizioni.
Il corpo senza vita dell’uomo è stato rinvenuto intorno alle 11,00, riverso sulla scaletta nella discesa a mare di Cala Dell’Osta, fra le più frequentate nel periodo estivo.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Bagheria che hanno avviato le indagini.
E’ anche arrivato il Pubblico Ministero di turno dal Tribunale di Termini Imerese.

 

Bagheria. Consegnati 175 nuovi loculi al
cimitero comunale. Approvato il regolamento

martedì 19 Febbraio 2019, 09:12  

di Pino GrassoConsegnati 175 nuovi loculi al cimitero comunale.
Dopo l’emanazione del regolamento comunale di polizia mortuaria si va verso una normalizzazione delle tumulazioni al cimitero comunale dove però, permangono quasi 300 salme in attesa di sepoltura.
E’ pur vero che i nuovi loculi consegnati dall’amministrazione comunale alla ditta appaltatrice e pronti ad ospitare altrettanti feretri, ma sono sempre pochi se si considera che in questo periodo invernale continuano ad arrivare defunti che rimangono in attesa di tumulazione per diversi giorni.
Grazie al nuovo regolamento, diverse richieste di ricongiunzione tra marito e moglie, presentate dai parenti più prossimi permette la collocazione di coniugi defunti in loculi adiacenti. Per questi casi che fino alla settimana scorsa erano 171, il Comune ha individuato i criteri da rispettare per la tumulazione, il primo dei quali è quello cronologico. Per cui la richiesta di ricongiunzione delle salme viene autorizzata secondo l’ordine di priorità stabilito, procedendo alla tumulazione della salma in attesa di sepoltura e lasciando libero il loculo adiacente per la successiva tumulazione della salma da ricongiungere che seguirà con l’operazione di traslazione.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

 

Bagheria. Il nuovo pentito Lombardo potrebbe fare chiarezza su alcuni omicidi degli anni 80

martedì 12 Febbraio 2019, 11:53  

Il nuovo pentito all’interno di Cosa Nostra, Francesco Lombardo, di Altavilla Milicia, padre di Andrea, che ha deciso di collaborare qualche settimana fa, potrebbe fare chiarezze sulle decine di morti ammazzati nel famigerato triangolo della morte, fra Bagheria, Casteldaccia e Altavilla Milicia, agli inizi degli anni 80.
Lombardo ha dichiarato di avere deciso di collaborare con la giustizia grazie all’appello del figlio e per continuarne il percorso di fede.
“La mia è una scelta di vita e ance di fede” ha dichiarato Francesco Lombardo.
Ma come detto la sua collaborazione potrebbe aprire nuovi squarci sul tristemente famoso  “triangolo della morte”.  Fra Bagheria, Casteldaccia e Altavilla Milicia nei primi anni del 1980 furono decine i cadaveri che si contarono nelle strade.

 

Bagheria. Un migliaio di studenti delle scuole superiori ha protestato per le strade cittadine

giovedì 6 Dicembre 2018, 14:49  

Protesta pacifica degli studenti bagheresi. Per le strade cittadine circa un migliaio di loro ha percorso in corteo oggi le strade di Bagheria.
In testa, ben visibile, uno striscione che recita “Non emigrare, resta per lottare”, firmato dal coordinamento studentesco bagherese, che unisce studenti di tutte le scuole superiori del comune: il Liceo Francesco Scaduto, il Liceo Giuseppe D’Alessandro, l’I.T.E.T. Don Luigi Sturzo, l’Istituto d’arte Renato Guttuso e l’I.P.S. S.D’Acquisto.
Erano presenti, inoltre, striscioni di tutte le scuole di Bagheria.
“Da quando abbiamo deciso di organizzarci in coordinamento -dichiara Anna Fricano, studentessa del liceo scientifico D’Alessandro- abbiamo avuto modo di confrontarci sulle svariate problematiche di cui soffrono le scuole di Bagheria, cercando di raggruppare quelle condivise e trovare pratiche comuni per lottare contro questi problemi.

 

 

 

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 34)