°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Maggio 27th 2020, mercoledì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • GIO 28
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • VEN 29
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • SAB 30
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • DOM 31
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %

mercoledì 27 Maggio 2020

mercoledì 27 Maggio 2020

Bagheria. Abusivismo edilizio: 12 multe e 5 cantieri sequestrati dai vigili urbani

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su google
Google+
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su google
Condividi su whatsapp
Condividi su email

di Pino Grasso
C’è chi ha effettuato il cambio di destinazione d’uso da locale deposito attrezzi agricoli a civile abitazione, chi ha realizzato un manufatto su base in calcestruzzo, muri perimetrali in conci di tufo e copertura e chi ancora ha proseguito i lavori abusivi denunciati in precedenza. Sono alcuni degli abusi perpetrati dai cittadini, contravvenzionati dagli uomini dell’Ufficio repressione abusivismo urbanistico edilizio del III Settore – Urbanistica e Lavori Pubblici del Comune.
Dal rapporto di Polizia giudiziaria dello scorso mese di giugno sono emersi dodici abusi edilizi commessi da cittadini che anche in mancanza delle prescritte autorizzazioni hanno effettuato lavori edili. Per cinque di essi è anche scattato il sequestro del cantiere. Il primo si riferisce ad un abuso commesso in contrada “Lanzarotta” dove è stato realizzato un manufatto di 65 metri quadrati circa su base in calcestruzzo, muri perimetrali in conci di tufo e copertura in pannelli di lamierino ondulato, il secondo è stato rilevato sempre nella zona a monte dell’autostrada dove i bagheresi hanno realizzato la seconda casa di campagna e precisamente in contrada “Incorvino” dove sono state eseguite opere edili in assenza di atti autorizzativi e in difformità ai grafici allegati alla pratica di condono. Le opere consistono in parziale chiusura in conci di tufo della porzione di semicantinato destinato a porticato, per una superficie di 65 metri quadrati circa.
L’altro abuso è stato scoperto in contrada vicinale “Lanzirotti – Specchiale” per il quale è stato emesso verbale di riapposizione sigilli in riferimento al verbale di rimozione temporanea dei sigilli dell’11 aprile scorso. La ditta contravvenzionata ha demolito la porzione dell’immobile riportandolo alle dimensioni di progetto approvato con concessione edilizia del 20 dicembre del 2011.
Ancora in contrada “Scannicchia”, realizzata una sopraelevazione di 140 metri quadrati circa, ed una piccola porzione di 15 metri quadrati circa presumibilmente destinata a veranda. L’ultimo abuso si riferisce alla riapposizione dei sigilli in via Macchiavelli, 34 in riferimento al verbale di rimozione temporanea dei sigilli del 24 marzo scorso per il quale la ditta aveva ottenuto la concessione edilizia del 23 febbraio 2012.
Questi gli altri abusi rilevati: in contrada “Incorvino” è stato effettuato il cambio di destinazione d’uso da locale deposito attrezzi agricoli a civile abitazione. I proprietari hanno realizzato un ampliamento, creando un vano di 20 metri quadrati circa, su una tettoia già preesistente e in adiacenza al prospetto realizzata una veranda di 44 metri quadrati circa, in via Del Cavaliere all’angolo con via Quattrociocchi realizzata una struttura precaria in legno di circa 30 metri quadrati attigua al locale Bar “Sikelia”, in via Dante, realizzata una struttura di 40 metri quadrati circa con tubolari d’alluminio, copertura e rivestimenti in pvc, in via Santa Caterina al civico 26 è stato elevato verbale di dissequestro e rimozione dei sigilli e restituzione immobile in riferimento al verbale di riapposizione sigilli dell’11 maggio 2011, in via Angiò, al civico 122 è stato elevato verbale di dissequestro e rimozione sigilli e restituzione dell’immobile in riferimento al verbale di sequestro del 21 settembre 2009. Anche nella frazione marinara di Aspra  in contrada “Ramilici – Cotogni” elevato verbale di dissequestro per rimozione dei sigilli e restituzione dell’immobile in riferimento al verbale di riapposizione dei sigilli del 21 marzo scorso e in via Cotogni, 66 dove la ditta non ha ottemperato all’ordinanza, anzi ha proseguito i lavori abusivi già denunciati con verbale del 13 ottobre 2011.

°
___
______
  • Minima ___°
  • Massima ___°
___
______
Maggio 27th 2020, mercoledì
°
   ___
  • TEMPERATURA
    ° | °
  • UMIDITÀ
    %
  • VENTO
    m/s
  • NUVOLOSITÀ
    %
  • ALBA
  • TRAMONTO
  • GIO 28
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • VEN 29
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • SAB 30
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %
  • DOM 31
    ° | °
    Nuvolosità
    %
    Umidità
    %