f Occorrono risposte di alto profilo… | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Occorrono risposte di alto profilo…

venerdì 6 luglio 2012, 10:53   L'Opinione  

Letture: 2.940

di Vincenzo Provino*

“Penso dei debiti pregressi, spese della macchina amministrativa comunale, servizi pessimi ma con alti costi, elevata pressione fiscale sui cittadini, costi della politica, bubbone-coinres,questione-Prg, erano i problemi lasciati dalla vecchia giunta Sciortino e per i quali i Bagheresi sono stati chiamati a giudicare alla metà dell’anno scorso. La gravità della crisi avrebbe richiesto delle risposte di alto profilo, delle scelte cioè che mettessero i partiti con le spalle al muro. .Nonostante ci fosse l’opportunità, i partiti scelsero di perseguire una straordinaria operazione partitocratica e le voci libere furono messe all’angolo. Superior stabat lupus: e l’agnello lo vide nello specchio torbo dell’acqua. Lasciò di bere, e stette a fissare tremante quella terribile immagine specchiata. «Questa volta non ho tempo da perdere», disse il lupo. «Ed ho contro di te un argomento ben più valido dell’antico: so quel che pensi di me, e non provarti a negarlo». E d’un balzo gli fu sopra a lacerarlo.
Sciascia in questa favola ci insegna a tutti, quelli che hanno parlato e quelli che hanno taciuto,che il potere politico deve sottomettere anche le coscienze per sopravvivere.Proprio per questo il lupo non ha bisogno di inventare una colpa per sbranare l’agnello;la colpa dell’agnello e nel solo fatto di pensare liberamente. Il libero pensiero aveva posto sul tappeto alcune idee-forza:riduzione dei costi della politica di 1.000.000 di euro Raccolta differenziata con l’obiettivo di raggiungere il 60% nel 2012 che avrebbe portato un risparmio di 3.000.000. di euro. Un nuovo P.R.G. che salvaguardava i diritti acquisiti nel P:R.G. del 1976. Politica delle ordinanze per impedire la devastazione del territorio. Ma il libero pensiero è stato soffocato dalla straordinaria operazione partitocratica che portò Lo meo alla sindacatura. Ora che ildisastro della giunta Lo Meo è sotto gli occhi di tutti osserviamo attoniti che non uno dei gravissimi problemi è stato risolto . Sono statri operati tagli ai servizi essenziali, si è raddoppita la TARSU con una disinvolta procedura contro il voto della maggioranza in consiglio , la gestione del personale Coinres è stata tanto disinvolta quanto velleitaria , sul PRG si continua a sacrificare i diritti acquisiti dal PRG del 1976,Della differenziata nessuna progettualità è stata messa in campo,il territorio brucia nel pieno degrado ambientale.
Cè poco da stare allegri con quel che passa il convento.Ma ci vuole un po di allegria e di ottimismo per far nascere nuove idee.”

* candidato a sindaco alle elezioni comunali del 2001 per la lista “Il Patto”

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.