f Bagheria. Domenica giornata del Fai a Villa Palagonia | La Voce Di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Domenica giornata del Fai a Villa Palagonia

lunedì 17 Marzo 2014, 12:28   Cultura  

Letture: 3.770

villa palagonia 11Torna la festa di Primavera organizzata dal Fai.
Quest’anno saranno aperti i cancelli di villa Palagonia.
Venerdì 21 marzo l’apertura finalizzata alla partecipazione  delle scolaresche, mentre domenica 23 marzo l’apertura è destinata all’intera cittadinanza, dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15 alle 18,30.
Le visite guidate  saranno a cura degli “apprendisti ciceroni”  degli alunni delle Istituzioni scolastiche  operativamente coinvolte, stimolati e preparati da docenti volontari.
Il gruppo FAI di Bagheria, coordinato dalla professoressa Giuseppina Greco, ha coinvolto quest’anno parecchie Istituzioni Scolastiche della Città , oltre alla scuola elementare Tesauro di Ficarazzi,  per preparare  la 22° Gioranta Fai di Primavera, che si celebra ogni anno il 23 marzo. Le attività, a Bagheria sono state anticipate a Venerdì 21, in considerazione del fatto che le scuole elementari e medie, hanno adottato la settimana corta.
Per l’occasione sarà ripercorso lo storico percorso di Via Palagonia, che domenica verrà chiusa al traffico e accedendo dall’antico ingresso.
“Per  l’occasione -si legge in una nota- verrà adeguatamente collocata, una fedele ricostruzione su tela, eseguita  dagli alunni del Liceo Artistico di Bagheria,  delle balaustre, sormontate da sculture che arrivano all’altezza di mt. 5,50, che delimitavano i due lati del Viale prima che una cementificazione miope selvaggia, vandalizzasse il  Territorio.
Inoltre, oltre a musica barocca proposta dagli alunni delle S.M.S. “Carducci e Scianna”,  domenica, alle ore 10,30 verrà rappresentata una piece , su un immaginario dialogo tra il Principe e Jhoan Goethe (che venne a Bagheria il 9 aprile 1787),  scritto ed interpretato dagli alunni del Liceo Scientifico D’Alessandro.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.