f Bagheria. Assegnati al distretto socio-sanitario 883 mila euro per l'infanzia | La Voce Di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Assegnati al distretto socio-sanitario 883 mila euro per l’infanzia

mercoledì 22 Ottobre 2014, 14:55   Attualità  

Letture: 3.291

bambiniIl Ministero dell’Interno, ha assegnato al distretto socio-sanitario del comprensorio di Bagheria 883.072,48 euro.
Si tratta dei PAC, Piani d’azione e Coesione,  relativi a servizi di cura all’infanzia e agli anziani non autosufficienti. Il programma la cui attuazione è stata affidata al ministero dell’Interno, è individuato quale autorità di gestione responsabile.
I Comuni potranno avere accesso alle risorse una volta soddisfatti i requisiti organizzativi e progettuali richiesti dai piani territoriali di riparto.

L’obiettivo posto con i PAC Infanzia è quello di potenziare l’offerta dei servizi all’infanzia (0-3 anni).
La dotazione finanziaria è di 730 milioni, di cui 400 per i servizi di cura all’infanzia.
Per la Sicilia le risorse disponibili per la prima infanzia, per il primo riparto, ammontano a 38,4 milioni di euro. I beneficiari sono i 55 Distretti socio-sanitari della regione.
Per utilizzare le risorse ripartite ciascun Distretto ha presentato un piano di intervento infanzia.
Con il PAC si potenziano, dunque, i servizi rivolti all’infanzia e potrà essere garantita l’apertura degli asili nido in tutti i comuni del distretto che hanno previsto questa tipologia di servizio per i bambini fino a tre anni.
“Dall’anno prossimo potremo garantire l’apertura dell’asilo nido di via Orazio Costantino e di via Monsignor Arena -dichiara l’assessore alle Politiche sociali, Maria Puleo– garantiremo anche il prolungamento orario d’apertura sino alle 17, dal lunedì al venerdì. In un comune dissestato queste risorse, di cui i comuni sono i giusti beneficiari, in quanto soggetti responsabili dell’erogazione dei servizi di cura sul territorio, sono una manna dal cielo”.

 

 

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.