f Il Comune presenta due progetti per il recupero degli impianti sportivi | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Il Comune presenta due progetti per il recupero degli impianti sportivi

martedì 26 dicembre 2017, 09:59   Attualità  

Letture: 12.528

Il Comune di Bagheria presenta 2 progetti per rispondere al comunicato del CONI per la realizzazione o riqualificazione di impianti sportivi. 
Obiettivo dei progetti: lo stadio di Aspra e quello di Bagheria.
L’8 novembre scorso il Comitato Olimpico Nazionale italiano CONI ha diffuso un comunicato per la presentazione di proposte di intervento   per  potenziare  l’attività sportiva agonistica nazionale e lo sviluppo della relativa cultura in aree svantaggiate e zone periferiche urbane, con l’obiettivo di rimuovere gli squilibri economico sociali e incrementare la sicurezza urbana. Le proposte devono riguardare interventi per la realizzazione, la rigenerazione o il completamento di impianti sportivi in vista della predisposizione del nuovo piano pluriennale. 
Il comune di Bagheria ha aderito all’appello del CONI,  con due progetti: uno per il completamento dell’impianto sportivo di tipo polivalente per la frazione di Aspra, l’altro per il campo sportivo già esistente di Bagheria.«Non sappiamo quando e se quanto previsto dal governo verrà finanziato, ma abbiamo prontamente inviato la richiesta al CONI nella speranza che si blocchino le risorse finanziarie” –  dice l’assessore alla Programmazione Alessandro Tomasello – «Siamo consci che le strutture sportive comunali che abbiamo preso in esame siano da riqualificare da troppo tempo e sarebbe un grande traguardo avere strutture sportive pubbliche all’avanguardia  a disposizione della comunità bagherese».
«Le domande di partecipazione al comunicato del CONI dovevano  essere presentate entro il  15 dicembre, e  Bagheria, grazie al lavoro degli uffici comunali che hanno predisposto i progetti potrà partecipare a pieno titolo all’appello “Sport e periferie” » – sottolinea il sindaco Patrizio Cinque – «desidero ringraziare gli uffici e nello specifico, il progettista l’architetto Lidia Cuffaro e il collaboratore Antonino Zarcone per il progetto dello stadio di Bagheria per quello di Aspra è stato rispolverato il progetto dell’architetto Francesco Paolo Provino. Lo straordinario lavoro dei dipendenti comunali è stato essenziale perché la Città di Bagheria potesse aderire alla chiamata del CONI che – è il commento del sindaco – se troverà soddisfazione da parte del Comitato, in ogni modo, i progetti saranno gestiti interamente dall’Amministrazione Comunale bagherese ».

COSA PREVEDONO I PROGETTI:
Per quanto concerne il progetto di Aspra riguarda l’esistente impianto sportivo, ubicato lungo la litoranea Aspra- Ficarazzi che occupa una superficie di circa 16.200,00 metri quadri, interamente recintata che ospita solamente un campo di calcio con annessa tribuna in cemento armato e spogliatoi, ed una zona per il pubblico con una gradinata composta da elementi  in acciaio del tipo prefabbricato. 
Il progetto preliminare presentato, entro i termini previsti dal bando, prevede :
– l’ampliamento dell’area di impianto per la realizzazione di un anello quale pista di atletica;
– la costruzione di una tribuna in cemento armato per il pubblico;
– la realizzazione dei servizi necessari alla struttura sportiva ed alle attività collaterali nonché quelli per il pubblico;
-la realizzazione di due campi polivalenti per il basket, pallavolo tennis, etc.
E’ stato inoltre previsto l’impiego degli spazi adiacenti all’impianto sportivo per parcheggi e servizi.
Il progetto presentato prevede un ampliamento della superficie totale grazie anche ad esproprio in corso, per cui la superficie passerebbe da 16.209,00 a 47.575,41.
Il secondo progetto interessa l’impianto sportivo di Bagheria e a differenza del primo,  non prevede grandi modifiche sostanziali al progetto già autorizzato dalla Soprintendenza e per il quale è stato richiesto il rinnovo.
Il progettato presentato al CONI prevede un adeguamento alla normativa per l’abbattimento delle barriere architettoniche attraverso la progettazione di scivoli e bagni per soggetti diversamente abili.
I lavori previsti dal progetto sono:
– Abbattimento pensilina della zona tribuna;
– Ristrutturazione dei locali sotto le tribune:spogliatoi, pronto soccorso, biglietteria etc.
– ristrutturazione locali ex casa custode;
– ristrutturazione gradinate sotto la pensilina;
– abbattimento barriere architettoniche attraverso scavi di sbancamento e relativi trasporti a discarica per la predisposizione delle aree;
– realizzazione bagni per portatori di Handicap;
– realizzazione ingressi disabili;
– realizzazione rete Orsogrill per la separazione dell’area gioco dall’area spettatori;
– realizzazione di una fascia con pavimentazione sportiva in gomma polisoprenica.
A servizio dell’impianto sono state previste, nel progetto, adeguate aree destinate al parcheggio dei veicoli per il trasporto individuale e collettivo dei diversi utenti che raggiungono l’impianto con diversi mezzi. 
Ed inoltre sono state previste aree di parcheggio riservate ai disabili conformi alle vigenti norme relative al superamento delle barriere architettoniche. 
Trattandosi di un impianto con capacità superiore a 2000 spettatori sarà prevista un’area di servizio annessa all’impianto costituita da spazi scoperti delimitati in modo da risultare liberi da ostacoli di deflusso.
Il numero di biglietterie è commisurato alla capienza dell’impianto: è prevista infatti una biglietteria unica con 8 sportelli utenti.
Inoltre, avendo una capienza inferiore a 10000 spettatori, secondo quanto stabilito dall’art. 10 del D.M. 18/03/1996, sarà previsto un posto di pronto soccorso per gli spettatori, che può essere adibito ad altri usi compatibili dal punto di vista sanitario.
Tale posto di pronto soccorso sarà dotato di un telefono, di un lavabo, di acqua potabile, di un lettino con sgabelli, di una scrivania con sedia, di un wc annesso e di quanto previsto dalla vigente normativa in materia.
Il pronto soccorso sarà segnalato nella zona spettatori, lungo il sistema di vie d’uscita e nell’area di pertinenza dell’impianto.
Nell’area riservata alle attività sportive, delimitato da quello riservato agli spettatori, sono previsti : un pronto soccorso, un sistema di vie d’uscita, gli spogliatoi sia per gli arbitri che per gli atleti, i servizi igienici e il deposito attrezzi e depositi per materiali vari ed attrezzature.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.