f Bagheria. Confermate le aliquote comunali per le imposte Imu e Tasi per il 2018 | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Confermate le aliquote comunali per le imposte Imu e Tasi per il 2018

sabato 24 febbraio 2018, 09:42   Attualità  

Letture: 6.057

di Pino Grasso

Una buona notizia per i cittadini contribuenti. L’amministrazione comunale ha infatti, confermato le aliquote IMU e TASI per l’anno 2018.

“L’Imposta Unica Comunale -spiegano dalla Direzione 6 Entrate tributarie- si compone dell’imposta municipale propria (IMU), di natura  patrimoniale, dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni  principali, e di una componente riferita ai servizi, che si articola ne Tributo per i servizi indivisibili (TASI), a carico sia del possessore, sia dell’utilizzatore dell’immobile, e nella Tassa sui rifiuti (TARI), destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell’utilizzatore”.
In base a tale determinazione le aliquote e tariffe in relazione all’imposta unica comunale, relativamente all’Imu e alla Tasi sono le seguenti: per l’abitazione principale di categoria A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze l’aliquota è ridotta al 4 per mille, l’aliquota per tutti gli altri fabbricati ed aree edificabili è dell’8,6 per mille e i terreni agricoli del 10,6 per mille. L’aliquota per i fabbricati produttivi di Categoria D è fissata all’8,6 per mille, di cui 7,6 per cento riservato esclusivamente allo Stato.
L’aliquota per gli immobili locati a canone concordato ammonta al’8,6 per mille. E’ stato altresì, deliberato di confermare, con riferimento all’esercizio finanziario 2018, la detrazione per l’abitazione principale, applicabile esclusivamente alle abitazioni di Categoria A/1, A/8 e A/9.
Per quanto riguarda il Tributo sui Servizi Indivisibili (TASI) queste le aliquote: altri fabbricati comprese le abitazione principale di Categoria A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze il 2 per mille, fabbricati produttivi di Categoria D/10 l’1 per mille, fabbricati produttivi di Categoria D il 2 per mille, aree edificabili, immobili locati a canone concordato e immobili merce il 2 per mille.
L’amministrazione comunale ha stabilito che nel caso in cui l’unità immobiliare sia occupata da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale sull’unità  immobiliare, la quota di imposta dovuta dall’occupante sarà pari al 20 per cento dell’ammontare complessivo della TASI dovuta ad esclusione dell’utilizzatore che destina ad abitazione principale con residenza anagrafica. Stabilite anche le seguenti scadenze di pagamento dei tributi Imu e Tasi il cui acconto va versato entro il 16 giugno e il saldo entro il 16 dicembre.
Con successivo provvedimento, a seguito  della determinazione  delle procedure relative alla quantificazione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, verranno determinate le tariffe, per l’anno 2018, relativamente alla Tari, ovvero la tassa per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani.
Le deliberazioni di approvazione delle aliquote nonché i regolamenti dell’imposta municipale propria saranno inviati esclusivamente per via  telematica, mediante inserimento del testo degli stessi nell’apposita sezione del Portale del Federalismo Fiscale per la pubblicazione sul sito informatico 
www.portalefederalismofiscale.gov.it.
C’è da sottolineare che in base a quanto determinato dall’amministrazione comunale, e della normativa sul dissesto che obbliga gli Enti a mantenere le aliquote e le tariffe al massimo fino al risanamento dell’Ente, sono stati dichiarati dal commissario straordinario prima dell’insediamento dell’attuale amministrazione e le aliquote sono immutate dall’anno 2016.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.