f Santa Flavia. Il comune acquista un servoscala utile per la ragazzina disabile | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Santa Flavia. Il comune acquista un servoscala utile per la ragazzina disabile

martedì 13 febbraio 2018, 13:44   Attualità  

Letture: 9.126

Epilogo positivo per la ragazzina disabile di Santa Flavia che non poteva seguire alcuni laboratori didattici alla scuola media perchè si trovavano al primo piano.I genitori per fare valere i loro diritti si erano rivolti ad un legale, l’avvocato Valeria Balistreri.
Ed è il legale che rende nota la notizia.
“A seguito della diffida avanzata formalmente dal mio studio legale nel mese di gennaio, il Comune di Santa Flavia ha finalmente deliberato l’acquisto e la posa di un servoscala a pedana da installare presso la scuola media di Porticello. Non appena il servoscala sara’ montato (e si spera che i tempi tecnici siano brevi), la mia piccola amica potrà, con sua grande gioia, accedere alle aule multimediali ed ai laboratori scientifici.”
L’avvocato sottolinea che la battaglia è vinta per la sua assistita, ma non solo.
“Il servoscala è un bene per la scuola, per tutti i bambini che si trovano in condizioni di impossibilità a salire le scale. Una vittoria importante per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Quello che spiace davvero è che, ancora oggi, si debba procedere legalmente per ottenere ciò che è sacrosanto: il diritto allo studio ed all’inclusione. Parliamo di diritti sanciti costituzionalmente e previsti da innumerevoli normative. Non dovrebbe servire un avvocato per ottenerli. I genitori da molti mesi chiedevano che il Comune provvedesse a risolvere il problema, ma invano. A loro il plauso di non essersi arresi e di aver continuato a lottare per i diritti della figlia.”

Sulla vicenda interviene lo stesso sindaco Salvo Sanfilippo: “Abbiamo approvato il bilancio solo nell’ultima settimana di dicembre scorso, abbiamo ufficializzato l’affidamento dei lavori alla ditta l’otto febbraio. Chi conosce come vanno i tempi della pubblica amministrazione sa quanto siamo stati celeri. Il vecchio montascale non è stato installato dal Comune, ma dalla scuola, diversi anni fa e a quanto ricordi non è mai entrato in funzione, tanto che abbiamo avuto difficoltà anche a trovare quale fosse l’azienda produttrice del macchinario e chi ne avesse curato l’installazione. Abbiamo poi scoperto che l’azienda in questione era fallita e quindi sarebbe stato impossibile reperire i pezzi di ricambio».
Per l’acquisto del servoscale è stato necessario trovare la somma di 10 mila euro più Iva per potere sostituire l’apparecchiatura rotta con quella nuova.
“Capisco i genitori -conclude il sindaco Sanfilippo – so quanto possono soffrire e sono sicuro che da privato cittadino avrei agito nello stesso identico modo. Ne hanno tutto il diritto. Ora però, al di là delle polemiche, quello che conta è che questa bambina possa avere la possibilità di seguire le lezioni, il resto è di secondaria importanza”.

 

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.