f La vampa di San Giuseppe | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

La vampa di
San Giuseppe

martedì 13 marzo 2018, 15:17   L'Opinione  

Letture: 6.723

di Antonino Russo

La sera del 18 marzo in una zona di Bagheria bassa viene ancora fatta la “vampa” di San Giuseppe. Alla fine degli anni quaranta per noi ragazzi questo era un avvenimento atteso perché c’era tanto da fare.
Il fermento cominciava nel primo pomeriggio. In quel tempo ogni quartiere di Bagheria aveva la sua “vampa”: e c’era una gara a chi la faceva più imponente.
Il compito di noi ragazzi era quello di raccogliere tanta legna. Qualcuno si spingeva fin negli agrumeti a staccare rami dagli alberi: e non sempre venivano scelti quelli rinsecchiti.
Altri giravano per le strade del paese per recuperare pezzi di legno lasciati fuori dalle porte di casa. Le persone che abitavano a piano terra (e allora ve ne erano tante) dovevano stare attente perché i ragazzi portavano via tutto, senza badare al fatto che si trattasse di oggetti utili. Spesso venivano raccolte addirittura sedie e piccole panche. C’erano poi persone che approfittavano della occasione per liberarsi di mobili vecchissimi e decrepiti, molto adatti per alimentare il fuoco della vampa.
Quando era tutto pronto e la persona incaricata accendeva la legna, noi ragazzi iniziavamo una specie di danza propiziatoria intorno al fuoco. Le donne raccoglievano i panni stesi perché le fiamme a volte raggiungevano i piani alti delle case. 
Alla fine della cerimonia alcune donne venivano con una bacinella a raccogliere i carboni accesi che aveva lasciato il fuoco.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.