f Bagheria. "Sit in" degli ex operai dell'Ati group, licenziati 2 anni fa. Non sono stati ancora pagati | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. “Sit in” degli ex operai dell’Ati group, licenziati 2 anni fa. Non sono stati ancora pagati

lunedì 14 maggio 2018, 09:12   Attualità  

Letture: 13.491

Gli ex lavoratori delle aziende Ati group sequestrate  Michele Aiello, questa mattina hanno avviato un “sit in” davanti agli uffici amministrativi di villa Santa Teresa in via Città di Palermo.Gli ex operai sono stati licenziati 2 anni fa, ma ancora non hanno ricevuto alcune spettanze.
Attendono alcune mensilità arretrate, del trattamento di fine rapporto e degli accantonamenti alla Cassa edile.
Qualche settimana fa la questione era stata rilanciata dalle sigle sindacali.
La Fillea Cgil Palermo aveva sollecitato con una lettera l’Agenzia per i Beni confiscati e i liquidatori delle società Ati Group, Ediltecnica ed Emar  a trovare i fondi necessari per pagare i lavoratori.
“Abbiamo chiesto per la seconda volta all’Agenzia di convocare una riunione per mettere in atto quanto concordato in merito ai pagamenti in un verbale siglato il 30 novembre 2017 – ha detto  il segretario generale Fillea Cgil Francesco Piastra – Nello specifico si chiedeva che se le aziende non fossero state nelle condizioni di pagare con proprie risorse, l’Agenzia sarebbe intervenuta, verificando anche la possibilità di utilizzare fondi erariali. Il nuovo incontro deve servire a trovare soluzioni immediate e concrete per il soddisfacimento dei diritti dei lavoratori, che si trovano in stato di disoccupazione. E’ paradossale che aziende controllate di fatto dallo Stato non adempiano a quanto previsto dal contratto e dalle leggi in materia di lavoro”. 

 

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.