f Bagheria. Nasce il museo interattivo della scienza e della tecnica a villa Butera | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Nasce il museo interattivo della scienza e della tecnica a villa Butera

sabato 23 giugno 2018, 14:48   Attualità  

Letture: 9.612

di Osvaldo Esposito
Grazie alla perseveranza di due associazioni cittadine anche Bagheria entra nel mondo dell’innovazione tecnologica grazie al MIST, Museo Interattivo della Scienza e della Tecnica.All’inaugurazione erano presenti oltre al sindaco Patrizio Cinque e all’assessore alla cultura, anche i deputati nazionali Davide Aiello, Vittoria Casa e Caterina Licatini e il deputato regionale Salvatore Siragusa.
Il progetto, nato sulla carta qualche anno fa, dopo la lunga trafila burocratica, ha iniziato a prendere forma nei locali messi a disposizione dal Comune, presso Palazzo Butera.
Si tratta della prima esposizione permanente di installazioni tecnico-scientifiche a carattere interattivo, soluzioni già adottate in diversi parchi tecnologici in Italia, con finalità educative e didattiche per avvicinare con nuove metodologie di approccio i più giovani e non solo al mondo della tecnologia, spiegando, con esperimenti tangibili, le leggi della fisica e delle scienze.
Il MIST ha già diverse installazioni attive, che saranno presto integrate da nuovi exhibit realizzati in collaborazione con altre associazioni come Palermoscienza e FabLab con i quali sono stati attivati alcuni laboratori aperti a tutti. Il programma dei primi lab si apre lunedì 25 e martedì 26 giugno, con un percorso introduttivo a Scratch e Robotica. Scratch è un linguaggio di programmazione a blocchi molto semplice e facilmente utilizzabile anche dai ragazzi, per un primo approccio alle dinamiche informatiche.
La Robotica è sempre più presente intorno a noi, ma grazie a moduli preconfigurati è diventata a portata di tutti coloro i quali abbiano un minimo di competenze tecniche. Con il modulo lab progettato dal MIST in collaborazione con il FabLab di Palermo, chiunque potrà avvicinarsi a questo mondo affascinante, imparando a costruire da solo un dispositivo radiocomandabile grazie a soluzioni innovative come le schede Arduino e Raspberry o più semplicemente con Lego mindstorm o Nintendo Labo.
Il 30 giugno è previsto un incontro sull’esperienza del volo con i droni, il 2 luglio si parlerà di stampa 3D, il 3 e 4 luglio si affronterà il tema più ampio del mondo tridimensionale con Palermoscienza che introdurrà le nanotecnologie il 5 ed il 6 luglio, seguirà il 9 luglio un’introduzione alle tecnologie dei macchinari a controllo numerico con i tecnici del FabLab.
L’approccio esperienziale permette di toccare con mano l’effetto di una legge fisica o meccanica ed è profondamente diverso dai soliti metodi da “laboratorio scolastico”, affiancando così l’attività dei docenti, per mezzo del coinvolgimento diretto, stimolando la creatività e la manualità dei partecipanti.
Per questo il MIST sta pianificando, in collaborazione con molti istituti scolastici che ne hanno fatto richiesta, una serie di incontri con i ragazzi, per favorire lo studio verso tematiche normalmente considerate ostiche, con un approccio consapevole sulle forme di energia alternativa e sensibile ai concetti di risparmio energetico e rispetto del territorio.
Per prenotare la partecipazione ai laboratori si può contattare la direzione all’indirizzo mail: info@museomist.it.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.