f Bagheria. Alla "casa dei giovani" organizzata una mensa della solidarietà | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Alla “casa dei giovani” organizzata una mensa della solidarietà

mercoledì 11 luglio 2018, 09:45   Attualità  

Letture: 10.521

di Pino Grasso

Questa settimana a fare da cuochi e a servire ai tavoli, gli ospiti della mensa cittadina della Caritas sono stati i ragazzi della Casa dei giovani, fondata e diretta da don Salvatore Lo Bue.
Tutto ciò è stato possibile grazie alla sinergia tra i volontari della Caritas cittadina e quelli della stessa Casa dei giovani che insieme si sono messi al servizio dei più poveri della comunità.
Le due istituzioni che operano a Bagheria da anni, hanno organizzato una settimana di condivisione che si è conclusa ieri con il pranzo nei locali di “Contrada Incorvino”.
“Nei giorni in cui sono andati alla Caritas – dice don Lo bue – i nostri ragazzi che stanno cercando di mettere su la loro vita ed hanno rischiato di affogare hanno avuto modo di essere a contatto con persone in difficoltà che li ha aiutati a ridimensionare i loro problemi comprendendo che soltanto l’aiuto vicendevole li salverà”. Da lunedì scorso sono stati i ragazzi di don Lo Bue che giornalmente hanno cucinato e servito ai tavoli ogni pomeriggio, i poveri che si recano presso la mensa cittadina, ospitata nei locali della chiesa antica di San Pietro. “E’ stata una esperienza davvero esaltante – ammette il vice direttore Biagio Sciortino – siamo andati con i ragazzi e compresi anche alcuni musulmani. Non nascondo che mi sono commosso nel vederli servire a tavola, ma soprattutto quando i colleghi della Caritas mi hanno dato l’onore di guidare la preghiera prima di iniziare la cena”. Ieri l’esperienza si è conclusa alla Casa di giovani, dove i ragazzi hanno ospitato un gruppo di poveri. I volontari della Caritas hanno visitato il giardino didattico intitolato a Piersanti Mattarella, a cui hanno donato un albero di limone e di ulivo, le stalle, l’orto della bontà e gli altri locali. Per l’occasione è intervenuto il direttore della comunità terapeutica per il recupero di tossicodipendenti don Salvatore Lo Bue e la direttrice della Caritas Mimma Cinà, insieme agli altri volontari. “Siamo davvero soddisfatti di quanto realizzato insieme ai volontari della Casa dei giovani con i quali collaboriamo da tempo – dichiara la direttrice – è stata infatti una esperienza importante per tutti che hanno espresso sentimenti di grande emozione. I giovani di padre Lo Bue in particolare, riconoscendosi amici ci hanno offerto una bella testimonianza. La Caritas è aperta alla collaborazione con le associazioni e istituzioni che operano in città a vantaggio degli ultimi per una vera integrazione di quanti vivono ai margini della società”. 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.