f Bagheria. I volontari della Caritas cittadina ripuliscono l'area verde vicina al centro | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. I volontari della Caritas cittadina ripuliscono l’area verde vicina al centro

sabato 15 settembre 2018, 08:50   Attualità  

Letture: 25.191

di Pino Grasso

Quella che era una zona degradata con rifiuti sparsi in ogni angolo della strada, con sacchetti sparsi per strada e deiezioni di animali randagi sul marciapiede adesso è divenuta una nuova oasi verde.Tutto ciò grazie al lavoro svolto dai volontari della Caritas cittadina che hanno delimitato con una staccionata la zona a verde, collocato alcune panchine in legno e messe a dimora alcune piante grasse e oleandri che hanno consentito di abbellire ulteriormente il luogo pronto ad accogliere tutti coloro che si rivolgono alla Caritas e non solo.
A coordinare il lavoro dei volontari per ristrutturare i locali ricavati sotto le gradinate dello stadio comunale, in via Papa Giovanni XXIII, per accogliere i fratelli bisognosi all’interno di ambienti più dignitosi, il responsabile della mensa cittadina, Benedetto Rizzo, che durante la chiusura estiva del servizio, non se ne è stato con le mani in mano ed ha lavorato per rendere il luogo accogliente per i fruitori del “Centro solidale” della Caritas dove è in funzione il servizio guardaroba.
“Abbiamo rimesso a posto i locali pulendo e tinteggiando le pareti come non si faceva da anni – dichiara Benedetto Rizzo – inoltre abbiamo ripristinato anche il servizio idrico, attivando il servizio igienico che non era mai stato disponibile. Fuori poi abbiamo pulito le pareti delle gradinate e realizzato la zona a verde dove sono state collocate due panchine che potranno essere utilizzate dalle persone in attesa di essere ricevute dai volontari”.
Proprio il giorno dopo la messa a dimora di alcune piantine nell’area a verde che erano state regalate da alcuni benefattori, qualche giovinastro ne ha rubato alcune.
Per evitare che si verifichino altri episodi spiacevoli, in futuro svolgerà un servizio di controllo, Antonino Di Salvo, che è in servizio come operatore ecologico proprio nella zona e pertanto potrà segnalare eventuali abusi. Gli orari di apertura del Centro solidale sono dal lunedì al sabato dalle ore 9.30 alle 11.30, il pomeriggio di mercoledì, giovedì e venerdì dalle ore 15.30 alle 18. Per informazioni ci si potrà rivolgere via E-mail all’indirizzo: caritascittadina@gmail.com o telefonando ai numeri 091/507941 e 398/5162942.
“Ricordiamo che accettiamo soltanto indumenti, scarpe della stagione in corso in buone condizioni, biancheria – afferma la direttrice Mimma Cinà – e suppellettili per la casa, mobilio e piccoli elettrodomestici purché funzionanti”. La sessa direttrice annuncia inoltre, che dal prossimo mesi di ottobre sarà attivato il “Servizio sartoria, stiratoria e lavanderia”.
Ad occuparsi di questo nuovo servizio Giusy Marchese e Doriana Tardibuono.
“Da ragazza ho lavorato nella lavanderia di mio padre – dice Giusy Marchese – e pertanto ho imparato a lavare, stirare e cucire. Per me sarà un piacere mettere a disposizione dei bisognosi la mia arte”.
Inoltre, per quanto riguarda la mensa cittadina, che durante il mese di agosto è rimasta chiusa, questa riaprirà la seconda settimana di settembre. “Con le spese che abbiamo dovuto sostenere per i lavori del “Centro solidale” – dice ancora la direttrice Cinà – abbiamo dato fondo alle nostre casse e pertanto abbiamo bisogno di aiuto economico e di sostegno.
Per questo organizzeremo una raccolta straordinaria di viveri nei supermercati della città e fin d’ora raccomandiamo i cittadini di essere generosi nelle offerte”. (pig) Pino Grasso
(Nella foto Antonino Di Salvo, Doriana Tardibuono, Mimma Cinà, Giusy Marchese e Benedetto Rizzo)

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.