f Bagheria. Due dipendenti comunali mettono in fuga un ladro | La Voce Di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Due dipendenti
comunali mettono
in fuga un ladro

lunedì 21 Gennaio 2019, 14:22   Cronaca  

Letture: 12.233

Brutta disavventura per due dipendenti comunali di Bagheria.
Ieri pomeriggi, domenica, intorno alle 17,30, si sono trovati davanti ad una persona, che era penetrata all’interno degli uffici comunali di corso Umberto, per mettere a segno un furto.Le due dipendenti comunali si trovavano dentro per svolgere una pratica legata al cimitero comunale, legata ad un decesso.
Hanno notato nel corridoio un giovane, con l volto contraffatto da un cappellino, che aveva in mano alcuni arnesi utilizzati per lo scasso.
Il ladro, vistosi scoperto, si è dato alla fuga facendo perdere le tracce.
Sul posto sono intervenuti una pattuglia dei carabinieri di Bagheria e una macchina della polizia municipale.
“Siamo arrivati per un’ispezione dei locali -racconta Salvatore Pilato, comandante dei vigli urbani- e del ragazzo nessuna traccia. Grazie alle colleghe non è stato rubato nulla dagli uffici”.
Alcuni giorni fa si era registrato il furto di un televisore dagli uffici comunali di corso Umberto, nei locali utilizzati come sala d’attesa.
Su quanto accaduto è stato avvertito anche il sindaco Patrizio Cinque. L’amministrazione comunale ha deciso di usare il pugno di ferro. Darà disposizioni per aumentare la sicurezza dell’edificio, anche con misure idonee, per mettere un freno ai continui furti e atti vandalici. Saranno installate nuove telecamere, al momento presenti presso la direzione finanziaria. Se ne prevedranno di nuove, e, per evitare che prosegua l’assedio, ci potrebbe essere l’intenzione di pubblicare le foto degli autori, estrapolandole dal sistema di videosorveglianza presente nell’area, sui social media del Comune. Negli scorsi anni, il Comune era stato oggetto di furti di alcuni computer. Il bottino era di poco valore dal momento che il parco pc comunale non è di certo di ultima generazione e rivenduti sul mercato nero non avrebbero grande valutazione. Costituisce però un danno notevole per l’attività degli uffici e nel ritardo delle procedure perché si perdono dati che poi devono essere ricostruiti.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.