f Bagheria. Come si stanno preparando partiti, movimenti e gruppi, in vista delle comunali? | La Voce Di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Come si stanno preparando partiti, movimenti e gruppi, in vista delle comunali?

venerdì 1 Febbraio 2019, 11:11   Attualità  

Letture: 18.464

di Martino Grasso

Il 2019 porterà una nuova amministrazione per la città di Bagheria. Al momento attuale sembra questo l’unico punto fermo. A circa 5 mesi dalle elezioni comunali poco o nulla si conosce delle forze che scenderanno in campo. Anche se qualcosa trapela.Il fatto nuovo degli ultimi giorni è la nascita di un gruppo chiamato “a partire da 100, Cittadini, Idee, Speranze, per Bagheria e Aspra”.
Si tratta di un “cartello” consistente composto da professionisti, uomini di cultura e della società civile. Non manca qualche politico, attuale e del passato. L’area di appartenenza è soprattutto del centro sinistra.
Hanno sottoscritto un lungo appello-manifesto. “In momenti difficili e bui -scrivono i cento-, come quello che stiamo vivendo a Bagheria cosi come nel resto del mondo occorre resistere e combattere una battaglia di civiltà per ridare contenuti alla politica ed autorevolezza alle istituzioni, di cui i cittadini devono tornare a fidarsi”.
E i gruppi politici e gli altri movimenti?
Il sindaco uscente Patrizio Cinque non ha ancora deciso se ricandidarsi o meno e non si sa se potrà farlo con il movimento 5 stelle o se lo farebbe con una lista civica.
Su di lui pesa la vicenda giudiziaria che lo ha coinvolto. Se non si dovesse ricandidare, il Movimento 5 stelle dovrà puntare su un altro nome che al momento attuale non è noto.
Di certo c’è l’ingresso nello scenario politico bagherese della Lega di Salvini. Il partito ha annunciato da tempo che avrà una sua lista e un suo candidato. Top secret sul nome.
Da alcuni mesi si sta spendendo per la città il gruppo “Movimentiamo Baarìa” capeggiato dall’ex assessore comunale Alessandra Iannì. Potrebbe essere lei il candidato del gruppo cui aderirebbero alcune forze sociali e culturali della città.
Fra le certezze c’è anche la discesa in campo della lista “Bagheria popolare” con l’ex sindaco Biagio Sciortino che appoggia il gruppo e ha dichiarato di non farsi da parte se qualcuno lo chiedesse con forza.
Anche il Mis, movimento indipendentista siciliano, avrà una sua lista per il rinnovo del consiglio comunale, forte dei tre consiglieri comunali attuali. Non è escluso che abbia un suo candidato a sindaco.
Bisogna inoltre tenere in considerazione anche l’aggregazione politica, nata lo scorso anno, denominata “Progetto Civico”, cui aderiscono trasversalmente pezzi di gruppi politici di Bagheria. A questo progetto potrebbero aderire sia uomini della sinistra che della destra con un unico candidato. In un comunicato stampa qualche tempo fa, i promotori dissero “non è il tempo dei protagonismi, è il tempo della generosità.” Una frase che dice tutto e niente.
E i due schieramenti di destra e sinistra?
Il centro destra sembra avere più di una carta da spendere.
Ci dovrebbe essere un candidato nelle forze di destra e si fanno i nomi di Gino Di Stefano, candidato 5 anni fa con 2 liste civiche e Filippo Tripoli, forte degli oltre 5 mila voti che ha ottenuto alle elezioni regionali, senza riuscire ad approdare a palazzo dei Normanni.
Da voci di corridoio, pare che anche Forza Italia abbia intenzione di scendere in campo con un suo uomo. Si parla di un ex consigliere comunale di Bagheria degli scorsi anni impegnato nel sociale.
Si è vociferato anche il nome del commercialista Nicolò Benfante, ma bisogna capire se riuscirà a catalizzare atorno a se un folto gruppo.
Poco o nulla si conosce nel centro sinistra.
Non è ancora chiaro se Daniele Vella, che ha perso 5 anni fa il ballottaggio con Patrizio Cinque, o Emanuele Tornatore vogliano rimettersi in gioco.
Non è escluso che venga fuori un altro nome, magari fuori dalla politica.
A circa 5 mesi dal ritorno alle urne la situazione potrebbe cambiare nel volgere di poche settimane. La situazione è molto fluida e in polticia tutto e il contrario di tutto può accadere.
Bisognerà quindi aspettare ancora prima di avere qualche certezza.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.